L'appello della mamma ha ricevuto migliaia di convisioni
L'appello della mamma ha ricevuto migliaia di convisioni

Ascoli Piceno, 25 agosto 2019 - Ritrovata in poche ore grazie a Facebook. L’appello lanciato da una mamma di Ascoli, attraverso il social network è stato raccolto addirittura da una commessa di Milano, consentendo alla donna di rintracciare sua figlia, della quale non aveva notizie dal giorno prima. E così, una «ragazzata» che poteva tenere in ansia i genitori per giorni, si è risolta in poco tempo grazie alla potenza del social network di scavalcare confini geografici e raggiungere migliaia di persone.

La vicenda inizia venerdì sera. Una ragazzina di 18 anni, compiuti appena una settimana prima, si allontana dalla casa paterna nella quale si trovava per il periodo estivo, a Monte San Giusto, in provincia di Macerata, probabilmente dopo uno screzio con il genitore. Non porta con sé il telefono e si rende irreperibile. Si scopre soltanto che con lei c’è un ragazzo poco più giovane, che però nessuna delle amiche conosce. Inevitabilmente, quindi, tra i genitori inizia a crescere una seria preoccupazione. Ieri mattina, la mamma della 18enne, che abita ad Ascoli, scrive un post su Facebook chiedendo aiuto per ritrovare sua figlia, della quale non ha notizie dalla sera prima.

L’appello in poco tempo si diffonde. Il popolo di Facebook si mobilita e il messaggio ottiene ben 13mila condivisioni; e proprio grazie a una di queste condivisioni viene letto da una commessa di un centro commerciale di Milano, con la quale la mamma ascolana non ha nessun rapporto, nessuna conoscenza. La negoziante, che aveva visto le foto della 18enne pubblicate dalla madre, si accorge che la ragazzina è proprio lì davanti a lei, nel suo negozio. La riconosce, è sicura che si tratti di lei. Quindi le si avvicina, le dice che la stanno cercando; poi, sempre attraverso Facebook, si mette in contatto con la mamma.

Le due si scambiano il numero di telefono. La giovane non vuole parlare con sua madre, ma ormai quello che conta è che stia bene e che sia stata rintracciata. La segnalazione viene fatta anche ai carabinieri, che nel frattempo erano risaliti all’identità del ragazzo che era con lei, che abita a Milano, e raggiungono la giovane coppietta.

Anche una zia della 18enne, che abita nell’hinterland meneghino, si mette subito in movimento per raggiungere la giovane nipote e riportarla a casa. Insomma, la vicenda si è risolta in poco tempo. Si è trattato probabilmente solo di una semplice bravata adolescenziale, ma intanto l’appello su Facebook ha consentito di accelerare i tempi del ritrovamento della giovane, facendo risparmiare ai genitori ore, e forse giorni, di preoccupazioni.