Matteo Salvini ad Ascoli Piceno (Foto Labolognese)
Matteo Salvini ad Ascoli Piceno (Foto Labolognese)

Ascoli Piceno, 10 maggio 2019 - Legalità e rispetto delle regole. Il vicepremier Matteo Salvini ha affrontato anche questi temi durante il suo comizio di ieri in piazza del Popolo, ma senza pagare la Siae. La cosa a quanto pare deve essere sfuggita agli organizzatori del grande evento, seguito da oltre 1.500 persone. Eppure, ironia della sorte, c’è qualcuno che non ha ancora pagato. Difatti, la Siae sta ancora aspettando, ed è stata anche clemente, concedendo una proroga ed evitando di multare gli organizzatori dell’evento che, colti in flagrante, hanno garantito che provvederanno al più presto a mettersi in regola.

A spiegare come è andata è l’ufficio della Siae ascolana: «Non è stata fatta nessuna multa, ma non è stata fatta neppure nessuna autorizzazione. Adesso aspettiamo che gli organizzatori si facciano vivi per venire a regolarizzare il tutto». Nello specifico, per le piccole feste medie di coordinamenti comunali ci sono 348,30 euro da pagare. «Le multe, di norma, corrispondono al 30% del diritto evaso – spiegano dalla Siae – c’è da dire che l’amministrazione comunale ci ha garantito che verrà al più presto a regolarizzare la cosa. Finora sono stati fatti molti incontri politici ed è la prima volta che non viene fatto il permesso». Pare comunque che si sia trattato solo di una svista. A dirlo è il commissario provinciale della Lega Andrea Maria Antonini: «In mezzo a tutto il caos – spiega – questa cosa deve essere sfuggita».