Samara Challenge, anche da Ascoli il gioco horror in strada
Samara Challenge, anche da Ascoli il gioco horror in strada

Ascoli, 7 settembre 2019 - La Samara ascolana non molla e, anzi, su Instagram si autoelegge ‘Samara_official_italia’. Come noto, da qualche settimana è in voga tra i ragazzi indossare i panni della bambina Samara, protagonista del film horror ‘The Ring’, e andare in giro, di sera o di notte, a farsi ‘avvistare’ e/o a terrorizzare gli ignari passanti. Questa strana moda, denominata su internet ‘Samara challenge’, aveva fatto tappa ad Ascoli un paio di giorni fa, quando la bambina vestita di bianco, rigorosamente con i capelli lunghi davanti alla faccia (come quella del film appunto) era apparsa nella zona di piazza Roma facendosi immortalare, probabilmente da un complice. A fare da cassa di risonanza, neanche a dirlo, i social network.

E proprio sui social da un lato la Samara ascolana (anzi, da ieri ‘Samara official’) manda indizi ai suoi seguaci su dove potrebbe apparire, mentre dall’altro lato in tanti gli promettono un trattamento non esattamente gentile. Il profilo Instagram dell’ignota ‘star horror’ alterna minacce e suggerimenti. «Se non volete fare la fine di molti ragazzi scomparsi per causa mia fate ciò che ho detto» ha tuonato l’altroieri sera. Il messaggio è stato seguito, poi, da altri flash tipo «Ero ai giochi, mi sono nascosta e vi sentivo mentre dicevate che mi avreste ucciso. Mi fate pena».

L’obiettivo principale, comunque, è quello di ottenere ‘follower’ (cioè seguaci del profilo), tanto che più volte Samara ribadisce: «Darò indicazioni su dove apparirò a tutti coloro che mi seguiranno e seguiranno i profili che seguo io». Sulle sue prossime apparizioni si susseguono indiscrezioni e voci. C’è chi parla della zona di Villa Pigna e chi di Castel Trosino mentre qualcuno ipotizza che le Samara potrebbero essere anche più di una.

Su Facebook, intanto, impazza la discussione. In particolare è il gruppo ‘Sei di Ascoli Piceno se…’, che conta oltre 17mila membri, ad accogliere il maggior numero di discussioni: «Fate i fenomeni – scrive Marilena Lantieri a chi invita ad essere comprensivi con quello che viene definito ‘solo uno scherzo – perché sapete di questa cosa, ma non tutti hanno i social, soprattutto gli anziani che potrebbero spaventarsi se non avere conseguenze più gravi.

Questi ragazzi non capiscono le gravi conseguenze, sia per loro (che rischiano di essere picchiati) che per gli altri, per scherzi così stupidi ed inutili». Molti sono di questa idea (e più di uno promette una lezione a Samara in caso di avvistamento) ma qualcuno difende la bravata del personaggio horror. Alfredo De Marco, amministratore della pagina, invita tutti alla calma e, saggiamente, fa notare come tutto si ridimensionerebbe «se, semplicemente, Samara fosse ignorata».