Sbi Day, quante emozioni a Villa Pigna. Uniti per ricordare Marco Corradetti

Dal motogiro turistico agli spettacoli di motocross e freestyle

Sbi Day, quante emozioni a Villa Pigna. Uniti per ricordare Marco Corradetti
Sbi Day, quante emozioni a Villa Pigna. Uniti per ricordare Marco Corradetti

Una lunga giornata di emozioni, quella vissuta domenica a Villa Pigna di Folignano, in occasione della nona edizione dello ‘Sbi Day’, il memorial dedicato al ricordo di Marco Corradetti, il 21enne di Piane di Morro deceduto tragicamente nel 2012 a causa di un incidente stradale mentre si trovava in sella alla sua moto. L’iniziativa, organizzata dall’associazione ‘Marco nel Cuore’, è stata riproposta dopo quattro anni di assenza causa covid. La mattinata è stata caratterizzata dal motogiro turistico per le vie del centro storico di Ascoli: un momento al quale hanno preso parte decine e decine di giovani motociclisti, con una tappa anche al cimitero di Castel Folignano, laddove è sepolto Marco Corradetti, per un momento di preghiera e la benedizione impartita dal parroco di Folignano a tutti i partecipanti. Nel pomeriggio, a Villa Pigna, si sono susseguiti alcuni spettacoli di motocross e freestyle con il team del campionissimo Vanni Oddera. Quest’ultimo ha proposto anche alcuni incontri di mototerapia riservati ad alcuni ragazzi ‘speciali’. Per tutta la giornata non sono mancati nemmeno gli stand gastronomici e il dj-set per ricordare Marchetto con il sorriso.

"Questa manifestazione, ormai, era diventata un appuntamento fisso sul territorio e anche per questo motivo abbiamo fatto il possibile per riorganizzarla dopo anni complicati nei quali il covid ci ha messo in difficoltà – spiega Fulvio Corradetti, papà di Marco –. Ringrazio tutti gli amici di mio figlio e i componenti dell’associazione che, annualmente, fanno il possibile per ricordare Marco proprio così come lui avrebbe voluto. Inoltre, abbiamo pensato di dedicare il nostro tempo anche al sociale e con Vanni Oddera siamo riusciti a ritagliare uno spazio importante, in questa giornata, pure per i ragazzi meno fortunati del nostro territorio".

Matteo Porfiri