Incidente a Castignano, nel riquadro Senior Bekiri
Incidente a Castignano, nel riquadro Senior Bekiri

Castignano (Ascoli Piceno), 11 agosto 2019 - I ragazzini sono in lacrime davanti ai bar. Non hanno voglia di parlare. Ripetono soltanto: «Perché è salito su quella macchina?». Un intero paese piange un ragazzo di 25 anni, Senior Bekiri, vittima di un incidente stradale avvenuto ieri sera a Castignano poco prima delle 20, lungo la strada provinciale 79, quella che scende verso la Valtesino.

Lui era sul lato del passeggero. Alla guida dell’auto c’era invece un uomo di 38 anni, M.V., anche lui di Castignano, rimasto lievemente ferito. La giovane vita di Senior si è spezzata all’improvviso contro un albero, all’uscita da una curva: uno schianto tremendo, che non gli ha dato scampo uccidendolo praticamente sul colpo. Sono stati del tutto vani i tentativi di rianimazione praticati sul posto dai soccorritori. Il ragazzo è stato sottoposto a un lungo massaggio cardiaco in attesa dell’arrivo dell’elicottero che lo avrebbe dovuto trasportare all’ospedale di Ancona, ma non c’è stato nulla da fare. La dinamica dell’incidente sembra piuttosto chiara. L’Alfa 147 sulla quale i due viaggiavano, stava percorrendo la Provinciale probabilmente a velocità elevata, quando all’altezza di una curva è uscita completamente di strada e, dopo aver percorso una trentina di metri tra i cespugli, ha centrato in pieno un albero che si trova sul lato destro della strada, proprio sul lato del passeggero. Il conducente aveva bevuto prima di mettersi alla guida: è risultato infatti positivo all’alcoltest. Per questo nella tarda serata di ieri è stato arrestato dai carabinieri per omicidio stradale.

LEGGI ANCHE: Così è morto Sejnur Bekiri

Sul posto sono giunti 118, carabinieri e vigili del fuoco: questi ultimi hanno estratto il corpo dall’abitacolo. Alla notizia dello scontro, amici e conoscenti di Senior si sono precipitati sul luogo dell’incidente e non sono mancati momenti di tensione, con il conducente dell’auto che nel frattempo era stato preso in cura dai sanitari e successivamente trasportato in ospedale in ambulanza. Senior Bekiri era di origine macedone, ma era nato in paese ed era un castignanese a tutti gli effetti. Era integratissimo con tutti i ragazzi del posto e apprezzato da giovani e meno giovani. «Gli volevamo bene perché era una brava persona – commentano alcuni di loro –. Nessuno merita una fine del genere, ma lui ancor meno perché era un ragazzo a modo. Amava Castignano, adorava stare in paese tanto che per il periodo estivo aveva preferito rimanere qui». I genitori e il fratello, invece, sono tornati in Macedonia per trascorrere le vacanze, ed è lì che hanno appreso la tragica notizia. A piangerlo, ieri, oltre ad amici e conoscenti, c’erano cugini e altri parenti che come lui si sono trasferiti in zona tanti anni fa.