"Strutture sportive, addio fondi"

L’allarme di Luciana Barlocci: "I 100mila euro dalla Regione non si vedono, che fine hanno fatto?"

"Strutture sportive, addio fondi"

"Strutture sportive, addio fondi"

Restyling delle strutture sportive, che fine ha fatto il finanziamento di 100mila euro che il comune avrebbe dovuto intercettare da Palazzo Raffaello per rimettere in sesto i propri impianti? A chiederselo è ancora una volta Luciana Barlocci, che dà per molto probabile l’insuccesso di Viale De Gasperi. "L’amministrazione Spazzafumo – attacca la consigliera del misto – dopo non essersi aggiudicata il bando Sport e Periferie da un milione di euro per la ristrutturazione della vasca esterna, non si aggiudica nemmeno il contributo di 100mila euro che la regione Marche mette a disposizione per la riqualificazione delle strutture sportive. La cifra relativa al bando regionale scaduto a dicembre 2022 avrebbe dovuto, secondo le parole dell’assessore e vicesindaco Capriotti, in risposta alla mia interrogazione in consiglio comunale del 22 aprile scorso, andare a sommarsi ai 300mila già stanziati in bilancio sette mesi fa per le palestre dell’impianto natatorio ‘Gregori’".

La certezza matematica non c’è, dato che dalla regione non è ancora pervenuto alcun diniego ufficiale allo stanziamento. Secondo le ultime notizie al riguardo, il comune avrebbe ricevuto una richiesta di documenti integrativi dalla regione e recentemente glieli avrebbe forniti. Dopo questo scambio, però, un silenzio pressoché assoluto che non lascia presagire nulla di buono, dato che una situazione analoga si verificò nell’ambito della riqualificazione della piscina comunale. "Il condizionale è d’obbligo – continua Barlocci - perché di fatto il settore lavori pubblici aveva già stimato il costo dell’intervento nei 300mila euro, e i 100mila euro del bando regionale avrebbero potuto essere impiegati per qualsiasi altra struttura sportiva comunale. Per esempio il Palazzetto dello Sport, il cui parquet è in condizioni disastrose. Di fatto i lavori non sono mai iniziati. Nella stessa interrogazione ho posto l’attenzione e chiesto un sopralluogo urgente per verificare la natura delle muffe sulle pareti del piano vasca interno, che sono certamente preoccupanti. Nonostante i ripetuti solleciti, verbali e scritti, dopo aver consegnato anche del materiale fotografico, a tutt’oggi nell’indifferenza totale del sindaco e dell’assessore Capriotti, non risulta nemmeno una visita conoscitiva dei fatti rappresentati. La maggioranza Spazzafumo dovrebbe trovare il tempo di garantire, se non la straordinaria, almeno l’ordinaria amministrazione. Il minimo sindacale dunque, ma evidentemente noi sambenedettesi non ci meritiamo nemmeno questo".

Giuseppe Di Marco