Ipsia, la sfilata a cura degli allievi del settore moda

Ascoli, 22 gennaio 2018 - Quattordici uscite in passerella per ottanta capolavori tessili creati e indossati dagli allievi dell’Ipsia, settore moda. Eleganza e originalità hanno reso unico ogni capo della sfilata. Flash puntanti sulla passerella e lunghi applausi per i giovani stilisti nell’ex chiesa di Sant’Andrea che sabato ha ospitato l’evento. Cento ragazzi circa hanno lavorato dando il massimo per rendere lo spettacolo perfetto in ogni dettaglio: dall’accoglienza alla preparazione della location; dalle testimonianza degli ex alunni al contributo creativo dei nuovi (FOTO).
Atmosfera carica di adrenalina ed entusiasmo nel backstage. Poi il via. Ad ogni uscita, ispirata a uno stilista, sono stati presentati sei abiti. Indossatrici improvvisate, le allieve hanno dimostrato sicurezza non nascondendo però l’emozione che passo dopo passo ha lasciato il posto all’abilità nel valorizzare i capi. Dagli abiti casual a quelli da cerimonia passando dalla massima espressione di originalità delle creazioni nate dal connubio tra tessuto e ceramica. Su tacchi vertiginosi e con sensuali scollature le ragazze hanno accompagnato la folla attraverso un viaggio nel mondo della moda più ricercata.

“Va in scena il made in Italy – ha sottolineato la dirigente scolastica, Patrizia Palanca, davanti una sala gremita -. La linea, lo stile, l’armonia, il colore e il tessuto scelti fanno degli abiti delle vere opere d’arte. Ringrazio per la presenza le autorità militari e amministrative: il sindaco Guido Castelli e il vicesindaco Donatella Ferretti. E ancora Gino Sabatini presidente della Camera di commercio e Luigi Passaretti, presidente della Cna”. “La sfilata – ha detto il primo cittadino – rappresenta l’alternanza tra scuola e lavoro, aspetto vincente che caratterizza questa scuola. Il confronto con la realtà è fondamentale affinché i ragazzi vincano la loro battaglia con la vita”. “Quest’istituto – ha aggiunto Ferretti – è una vera eccellenza, capace di collaborare con le realtà lavorative esterne. La scuola è il mio mondo, sono felice di essere qui”.

Per la sfilata è stato scelto il giorno dell’open day , un’occasione per presentare la nuova veste dell’istituto che da quest’anno accorpa la Ceci, la Sacconi e il Fermi. “Siamo diventati una grande famiglia”, ha concluso la preside.