Un'immagine dell'incontro dell'altra sera
Un'immagine dell'incontro dell'altra sera

Ascoli, 11 febbraio 2019 - La mossa della Lega arriva in un momento in cui nel centrodestra ancora si cerca di districare la matassa: "Considerato che la Lega nella città di Ascoli è il primo partito di riferimento per il centrodestra, visto che ci sono tutte le condizioni per una forte affermazione politica, abbiamo definito che la Lega rivendica la candidatura del sindaco".

Con queste parole il responsabile del partito marchigiano, Paolo Arrigoni, si è rivolto a militanti e sostenitori che s sono ritrovati per l'assemblea provinciale nei giorni scorsi, aggiungendo che sul tavolo c'è sempre la volontà di "un proficuo, sereno e costruttivo confronto con i partiti e le civiche alleate" per costruire, "attorno al profilo che sarà scelto, le condizioni per un’unica ufficiale candidatura del centrodestra”.

Un passo in avanti nel quadro, all'apparenza piuttosto statico, che emerge dal centrodestra dove la situazione piuttosto variegata all'interno di Forza Italia rende tutto più complesso: in attesa che qualcosa si sblocchi nelle prossime settimane, il direttivo provinciale della Lega, presieduto dal commissario Andrea Maria Antonini e alla presenza dei responsabili dei gruppi cittadini e dei quadri locali del partito, ha deciso di affrontare la situazione di Ascoli e in generale delle altre realtà del Piceno chiamate al voto a maggio. 

"Ringraziamo il senatore Arrigoni - ha detto Andrea Antonini - sia per il lavoro svolto come riferimento regionale del partito, sia come referente politico del governo nazionale. Salutiamo la sua presenza ad Ascoli con l’orgoglio di essere la provincia delle Marche con più tesserati: 424 nel 2018, rispetto ai 104 del 2017". Militanti e simpatizzanti hanno accolto con entusiasmo le parole di Arrigoni rispetto alla rivendicazione del candidato sindaco con la certezza "che la volontà di tutti - si legge in una nota del partito - è quella di mettere al centro di un progetto di governo cittadino una colazione di centrodestra ben strutturata e sostenuta dalle civiche esistenti, senza pregiudizialmente escludere nessun soggetto attivo di questi vent’anni di governo comune cittadino". Presenti all’assemblea anche gli onorevoli Giorgia Latini e Tullio Patassini, insieme al segretario cittadino Roberto Fioravanti.