Elezioni regionali Marche 2020, uno tra Mangialardi e Acquaroli sarà presidente
Elezioni regionali Marche 2020, uno tra Mangialardi e Acquaroli sarà presidente

Ascoli Piceno, 21 settembre 2020 - Francesco Acquaroli ottiene una vittoria storica su Maurizio Mangialardi (video)di circa 11 punti percentuali in regione e anche nella provincia di Ascoli Piceno. I risultati delle elezioni regionali delle Marche 2020 dunque segnano una svolta storica.  

Ad Ascoli Piceno Acquaroli supera addirittura il 50%, mentre Mangialardi si ferma al 35%. 

"C'è voglia di cambiamento, di esprimere una nuova classe politica che sia vicina alle problematiche dei cittadini". Lo afferma il sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti di Fratelli D'Italia, in un commento a caldo dopo l'uscita degli exit poll sulle regionali nelle Marche che indicano un'affermazione del candidato del Centrodestra, Francesco Acquaroli.
"Aspettiamo i risultati", prosegue cauto Fioravanti, sottolineando che durante la campagna elettorale è tuttavia emersa questa volontà di cambiamento parlando con "i medici, gli operatori sanitari e gli amministratori".

L'approfondimennto Speciale Regionali - I risultati del referendum nelle Marche

A livello regionale Francesco Acquaroli, candidato del centrodestra (Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Udc, Movimento per le Marche, Civitas- Civici per Acquaroli) ha conquistato il 49% dei voti. Staccato Maurizio Mangialardi, frontman del centrosinistra (Pd, Italia Viva-Psi-Demos, Marche coraggiose, Rinasci Marche, Le nostre Marche e il centro, Mangialardi presidente) con il 37%; dietro Gian Mario Mercorelli (Movimento Cinque Stelle) con  l'8%, Roberto Mancini con la civica 'Dipende da noi al 2,3%', Fabio Pasquinelli per il Partito Comunista all'1,4%, Sabrina Banzato per 'Vox Italia' allo 0,5%, Anna Rita Iannetti per il Movimento 3 V. allo 0,5%, Alessandra Contigiani per 'Riconquistare l'Italia' allo 0,1%.

Elezioni regionali Marche 2020, risultati della provincia di Ascoli Piceno