Quotidiano Nazionale logo
21 nov 2019

Sardine, ecco quelle del Piceno. "Pronti per la piazza"

Ilaria Chiovini respinge le accuse di un movimento manovrato dal Pd. "Porto avanti i miei ideali, qui ci sono tante persone pronte a manifestare"

daniele luzi
featured image
Le sardine

Ascoli, 21 novembre 2019 - Le ‘sardine’ sono sbarcate anche in provincia: il gruppo facebook in poche ore ha registrato un gran numero di adesioni e ora la macchina organizzatrice si è messa in moto per preparare la manifestazione di piazza, come nello spirito di questo movimento. A creare il gruppo è stata Ilaria Chiovini, 25enne ascolana che vive proprio a Bologna, città dove la protesta è nata.
Com’è nata l’idea di un gruppo delle ‘sardine del Piceno’?
«Lo spirito è lo stesso di piazza Maggiore: quindi giovani che vogliono manifestare contro una politica di odio e una comunicazione che va in questa direzione. Credo che Ascoli soffra di questi problemi da molto più tempo e quindi ho ritenuto utile dare un segnale anche da noi: cioè che ci sono persone che resistono e che vogliono tornare in piazza a manifestare, senza simboli né bandiere ma solo con il desiderio essere uniti da alcuni ideali. Ho sentito gli organizzatori di Bologna e ci hanno invitato ad andare avanti e resistere nonostante le insidie del nostro territorio».
Che tipo di insidie?
«Il nostro non è un posto facile per chi ha idee di sinistra, di pace, di ‘no’ alle discriminazioni e al razzismo. Abbiamo vissuto avvenimenti spiacevoli negli ultimi periodi, come la cena di Acquasanta: possiamo dire che non è un territorio proprio fertile per chi ha idee diverse».

Arcipelago Sardine, come nasce un movimento dal basso. Parla Mattia Santori, uno dei 4 fondatori

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?