Ascoli, 9 agosto 2011 - Una porta si aprirà sul Medioevo. Una porta spaziale e temporale, quella che dividerà il centro storico di Castignano dal resto del mondo per quattro giorni. Dal 16 al 19 agosto torna Templaria, il festival dedicato ai monaci guerrieri giunto alla sua XXII edizione.

Ventotto le compagnie in scena, per un totale di oltre duecento artisti che animeranno le vie e le piazze del borgo con musica, spettacoli e combattimenti. Compagnie d'armi, ma anche giullari, streghe e ballerine per immergere gli spettatori nel fascino e nel mistero dei secoli bui. Nelle taverne ci si potrà rifocillare assaporando piatti dal sapore antico, vini delle Cantine di Castignano e birra dei fraticelli.

Anche quest'anno Templaria si avvarrà di un consulente storico d'eccezione, il giornalista Rai Roberto Giacobbo che sarà presente il 16: una troupe di "Voyager" si aggirerà anche nelle quattro sere per il paese, per realizzare un filmato da mandare in onda nel corso della prossima edizione della trasmissione. Il tema di quest'anno del festival è "Dai templari al mondo": e non c'è dubbio che, come ormai tradizione, non deluderà i partecipanti.