Max Giusti seduto ai tavolini del Caffè Meletti in piazza del Popolo
Max Giusti seduto ai tavolini del Caffè Meletti in piazza del Popolo

Ascoli, 25 novembre 2018 – Domani tutti pronti davanti alla Tv. Ascoli sfida ai fornelli Roccafluvione nel programma di Max Giusti “C’è posto per 30?”. La città delle cento torri sarà protagonista dell’ultima puntata del format in onda sul Nove lunedì 26 novembre alle 21.25. La giuria dello show si ritroverà tra le viuzze medievali della cittadina picena fino ad arrivare alle vaste campagne della provincia di Roccafluvione. Quello che troverà è una tradizione culinaria storica e radicata, proprio come i ristoratori appassionati che si occupano di tramandarla e valorizzarla da decenni.

In questa tappa la sfida sarà tra la città, rappresentata dal “Ristorante Vittoria”; uno dei locali storici di Ascoli, dove la tradizione è in tutto e per tutto il riflesso della sua verace proprietaria Sunny. Contro la provincia, rappresentata dal “Ristorante Ruspante”; aperto da 40 anni, legato alla cucina casereccia marchigiana e alla materia prima prodotta dal “ruspante” titolare Giggi. Max Giusti in questo viaggio sarà accompagnato da un ospite molto speciale, suo papà Gianfranco e come esperto del territorio, il consigliere nazionale slow food e fiduciario nelle Marche Roberto Rubegni. Ma chi cucina meglio? I ristoratori di città, ormai radicati nel centro storico, oppure i vecchi gestori della tradizione contadina?

Le riprese in piazza del Popolo

A decidere saranno 30 giudici popolari divisi per 8 tavoli che rappresentano un punto di vista diverso sul piacere dello stare a tavola. Ogni tavolo deve esprimere un voto da zero a dieci, per decidere quale ristorante è il migliore. Sarà proprio questo il compito di Max Giusti e della sua giuria popolare: al termine di ogni servizio ogni tavolo dovrà esprimere un unico voto da 0 a 10 comprensivo di location, cibo, rapporto qualità prezzo. Chi avrà totalizzato il punteggio più alto sarà il migliore. Il conduttore, moderatore e giudice della sfida, accenderà la competizione e approfondirà la conoscenza sia dei concorrenti che dei trenta giurati. La giuria popolare porterà a tavola colore, sapori diversi, modi di rapportarsi con il cibo completamente differenti, trasformando ogni volta l’assaggio in qualcosa di nuovo. I

Il viaggio itinerante di “C'e posto per 30?” prima di Ascoli, ha toccato Parma, Castellina in Chianti, Roma, Milano, Iseo, Altamura e Castellabate. "C’è posto per 30?” (8 episodi da 60 minuti), è prodotto da Dry Media (Banijay Group) per Discovery Italia. Il programma sarà disponibile anche su Dplay (sul sito dplay.com – o su App Store o Google Play).