Offida (Ascoli), 8 settembre 2018 - Ciak si gira. E' tutto pronto per l’inizio delle riprese di “Non voglio mica la luna”. La wedding web serie interamente marchigiana prende il via lunedì a Offida. Qui inizieranno le “avventure” dei protagonisti Rebecca Liberati (Sibilla) e Federico Calistri (Tom) e delle loro rispettive famiglie. Nel cast anche l’attore marchigiano Piero Massimo Macchini.
Si tratta di una produzione “made in Piceno” con la presenza-record nella scena finale di oltre 80 attori, provenienti nella maggior parte dei casi, dal Piceno e da tutte le Marche.

L’obiettivo del progetto, sostenuto dalla Marche Film Commission e prodotto dal centro “Piceni Art For Job” di San Benedetto diretto da Sandro Angelini, è quello di realizzare un prodotto audiovisivo, destinato ad un’ampia diffusione sul web, che punti sul tema matrimonio come nuova fonte di valorizzazione del territorio, alla scoperta delle sue location storiche e artistiche e delle eccellenze enogastronomiche.

Saranno sei gli episodi. Sibilla e Tom sono due giovani innamorati alla vigilia delle nozze. Mancano cinque giorni al matrimonio. A Offida, paese natale di lei, sono già arrivati i parenti inglesi e amici dello sposo, amanti della cultura italiana e intenti a scoprire le bellezze della regione che li ospita: le Marche. La villa del matrimonio di Sibilla e Tom sarà il borgo storico Seghetti Panichi a Castel di Lama. La serie web sarà visibile e diffusa online in particolar modo su YouTube, sulla web TV Piceni.tv, sul portale di promozione turistica YouPiceno.it (italiano/inglese) e nei portali regionali.

La promozione del territorio marchigiano portata avanti attraverso la serie web sarà protagonista anche in festival e fiere del settore a partire dal “National Wedding Show” di Londra in programma dal 21 al 23 settembre. Il cast tecnico è composto dal regista Andrea Giancarli, dall’organizzatore generale e direttore esecutivo Francesco Appoggetti, dagli sceneggiatori Matteo Petrucci e Alberto De Angelis, quest’ultimo anche direttore di produzione, dalla Xentek per le riprese, da Marzia Ascani per la scenografia, Gina Galieni in qualità di attrezzista e Nazzareno Menzietti segretario di produzione.