Il grafico ascolano Guglielmo Tosti ha realizzato il modello 3D di Tha Supreme
Il grafico ascolano Guglielmo Tosti ha realizzato il modello 3D di Tha Supreme

Ascoli Piceno, 7 dicembre 2019 - Chi giovedì sera ha seguito la semifinale di X Factor, notissimo talent show di Sky, avrà notato la curiosa ‘performance virtuale’ di Davide Mattei, in arte Tha Supreme, vero e proprio fenomeno musicale del 2019. Il misterioso musicista, che ha raggiunto la notorietà grazie a Youtube e Spotify, come suo solito si è esibito solo con la voce: al suo posto, sul palco, c’era un ologramma che, con tanto di microfono, si muoveva come un vero cantante. Ebbene sulla carta di identità della ’creatura 3D’, applauditissima dal pubblico, c’è scritto ‘nato ad Ascoli Piceno’. Il ‘diavoletto con felpa e aureola’ (per vederlo basta digitare su Youtube ‘X-Factor, Tha Supreme’) è infatti nato dalla matita (digitale) di Guglielmo Tosti, 22 anni, ascolano doc.

Leggi anche X Factor, le pagelle della semifinale - Finale incertissima: Sofia c'è, eliminato il favorito

«E’ successo tutto all’improvviso e in modo completamente inaspettato – spiega il giovane grafico fresco di diploma triennale alla Aiv, Accademia italiana videogiochi – Io seguivo Tha Supreme fin dalle sue prime performance e per diletto avevo semplicemente riprodotto in 3D quello che su Youtube era il suo personaggio. Lui infatti, usa solo cartoni animati nei suoi video: il suo volto non lo conosce nessuno. Avevo pubblicato la mia creazione su Instagram e avevo avuto anche un contatto con lui che mi faceva i complimenti per l’idea e per la realizzazione. Questo è successo ad agosto ma mai mi sarei immaginato ciò che è accaduto dopo».

«Poche settimane fa sono stato contattato dal suo staff che mi chiedeva il mio modello in 3D. Io gliel’ho messo a disposizione e dopo pochi giorni me lo sono ritrovato in diretta su Sky – conclude Guglielmo – Persino per me è stata una sorpresa dal momento che non mi avevano dato nessuna anteprima. Il mio modello, infatti, è statico: a dargli ‘la vita’ sono i programmatori. E’ stata una bella soddisfazione e, spero, l’inizio del mio viaggio nel mondo dell’animazione in 3D».