Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Ascoli, chiudi in grande Subito dopo viene il bello

Stasera ultima di campionato con la Ternana, poi ci sono i playoff. L’obiettivo è arrivare agli spareggi con il miglior piazzamento possibile

La grinta di capitan Dionisi (. La Bolognese
La grinta di capitan Dionisi (. La Bolognese
La grinta di capitan Dionisi (. La Bolognese

Potrebbe essere la penultima (si spera di no), forse la quartultima, magari la quintultima o addirittura la sestultima. Di sicuro quella di stasera, trentottesima giornata di campionato, ultimo incontro della ‘regular season’, non sarà l’ultima partita della stagione 20212022. I bianconeri, impegnati alle 20.30 contro la Ternana, hanno già conquistato i playoff grazie all’impresa della scorsa settimana a Cremona e oggi vogliono regalarsi e regalare un’altra gioia. Il Picchio, sicuro del settimo posto e degli spareggi, tutti da vivere, battendo gli umbri potrebbe piazzarsi sesto, quinto o persino quarto. Cosa cambia. Sesto o quinto posto non influiscono sul numero di gare da giocare, nel senso che per accedere alla semifinale sarà comunque necessario disputare il turno preliminare ‘secco’, ma rispetto a chi si piazza settimo i bianconeri (62 punti) giocherebbero lo spareggio in casa, con la possibilità di accedere alla semifinale anche solo con un pari. Un esempio concreto e non lontano dalla realtà: se questa sera Brescia e Benevento (63 punti) vincessero ma il Pisa (64) fosse sconfitto (o fermato) dal Frosinone, i bianconeri battendo la Ternana scavalcherebbero i toscani, con cui sono in vantaggio negli scontri diretti.

In tal caso l’Ascoli, sesto, nel turno preliminare dei playoff di venerdì 13 maggio affronterebbe, al Del Duca, proprio i nerazzurri (e in caso di parità, al termine dei tempi supplementari, accederebbe alla semifinale). Per tagliare il traguardo della regular season da sesti in classifica i bianconeri, oltre a vincere con la Ternana, devono sperare in una ‘non vittoria’ di una tra Brescia, Benevento e, appunto, Pisa. Per piazzarsi quinti la condizione basilare resta il successo contro gli umbri, ma oltre a questo sarà necessario che due, sempre tra Brescia, Benevento e Pisa, non vincano.

Il quinto posto dà diritto, come il sesto, a disputare il turno preliminare tra le mura amiche, ma in questo caso l’Ascoli affronterebbe l’ottava in classifica (dunque Frosinone o Perugia) sabato 14 maggio. Poi c’è il superbonus: il quarto posto, che eviterebbe al Picchio il turno preliminare. Perché si concretizzi questa ipotesi è necessario che questa sera nessuna tra Brescia, Benevento e Pisa riesca a portare a casa i 3 punti (e che l’Ascoli, come detto, superi la Ternana).

Se il primo turno è ‘secco’, semifinale e finale sono andata e ritorno. Le ipotesi sono tante, il sogno è uno solo. E questa sera saranno almeno 8mila a sostenerlo (alle 19 di ieri i biglietti venduti erano 6.670, di cui 335 ospiti).

Gigi Mancini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?