Ascoli, soliti vecchi limiti. Serve più cattivera davanti

L'Ascoli lotta con lacune sotto porta nonostante la tenuta difensiva contro la Cremonese. Castori cerca una vittoria per dissipare la nebbia sul futuro della squadra.

Ascoli, soliti vecchi limiti. Serve più cattivera davanti

Ascoli, soliti vecchi limiti. Serve più cattivera davanti

Se la nebbia ha lasciato il Del Duca tutto sommato presto, lo stesso non si può dire dei limiti di questo Ascoli. Con la Cremonese arriva un punto che premia la voglia di reagire della squadra di Castori, ma sono ancora troppe le lacune dei bianconeri, specie sotto porta. Incredibile l’errore di Rodriguez nel primo tempo, così come sono sembrate morbide troppe conclusioni verso la porta avversario. Insomma, l’Ascoli resta un cantiere in corso, un ’vorrei ma non posso’ che fa fatica a concretizzare e mettere sostanza. Di buono c’è la tenuta difensiva, specie contro una squadra attrezzata come la Cremonese che ha cercato di sorprendere il Picchio soprattutto con i lanci lunghi. Per salvarsi serve di più, ma questo Castori lo sa bene. Urge una vittoria al più presto per tornare a vedere qualcosa in mezzo a questa nebbia.