Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Bellusci, Tsadjout e Maistro: tutti recuperati

Picchio al gran completo per il big match allo Zini, tante soluzioni per cambiare volto in corso d’opera

Giuseppe Bellusci
Giuseppe Bellusci
Giuseppe Bellusci

Sfida sconsigliata ai deboli di cuore. Oggi allo Zini (avvio alle 14) l’Ascoli si gioca la possibilità di chiudere la pratica playoff con un turno d’anticipo senza dover andare incontro al ‘rischio’ Ternana dell’ultimo turno. Sugli spalti ci sarà un inferno grigiorosso a spingere una Cremonese che sente il profumo di serie A, ma che per centrarla dovrà per forza battere la formazione di Sottil. I bianconeri torneranno in campo al gran completo dopo il pari con il Cittadella (0-0) di lunedì scorso. Per il tecnico del Picchio le buone notizie arrivano dal rientro dalla squalifica di Buchel e dalle buone condizioni atletiche mostrate dagli elementi recuperati dopo qualche acciacco. La presenza del metronomo di centrocampo permetterà di rendere più fluida la manovra e lo sviluppo del fraseggio. Cosa mancata nell’ultima uscita stagionale. Mentre per quanto riguarda il secondo aspetto vanno considerati i preziosi rientri del leader difensivo Bellusci, così come quelli di Tsadjout e Maistro. Il primo andrà a duettare con Botteghin al centro della difesa. Gli altri due nel corso della ripresa contro i veneti sono già potuti tornare a saggiare il terreno di gara e si candidano prepotentemente per una maglia da titolare. Stavolta probabilmente a partire inizialmente fuori potrebbe toccare a Bidaoui. L’attaccante purtroppo sta pagando fisicamente dazio nei confronti di un Ramadan che non gli sta consentendo di giocare al massimo delle proprie forze. Sguinzagliarlo nella mezz’ora finale rappresenta una valida cartuccia da sparare al meglio. In casa Cremonese l’ex Pecchia dovrà sciogliere i dubbi legati al pacchetto arretrato che sembra essere quello con maggiori problematiche. Bianchetti resta indisponibile. Valeri e Okoli sono a disposizione ma reduci da uno stop forzato. "Sarà una bella sfida – ha commentato Pecchia -, ci sarà il giusto entusiasmo. La squadra è in salute e ha dimostrato di sapersela giocare. Quello che è successo in due minuti a Crotone non può cancellare quanto fatto prima e dopo. Dobbiamo insistere e giocare come sappiamo fare. La gara contro l’Ascoli sarà diversa rispetto a quella dello Scida. Nel girone di ritorno i bianconeri hanno fatto cose straordinarie e non sono lì per caso. Fuori casa i numeri sono tutti dalla loro parte. Hanno tanta esperienza e giocatori di qualità".

Massimiliano Mariotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?