Bene alcune scelte, altre meno. Con la Feralpisalò vale tanto

L'Ascoli mostra miglioramenti difensivi ma manca di killer instinct in attacco contro la Cremonese. Scontro diretto con la Feralpisalò in vista.

La prova sfoderata contro la Cremonese è decisamente confortante, ma ora nello scontro diretto con la Feralpisalò tra una settimana l’Ascoli si giocherà davvero tanto. Le note liete in primis sono state quelle legate alla fase difensiva che ha visto i bianconeri tornare a concedere poco o niente dopo aver sbandato nel corso delle recenti uscite. La scelta di lasciare fuori Botteghin all’inizio poteva lasciare un po’ perplessi e invece poi la retroguardia ha saputo farsi valere bene. L’esperimento riuscito male invece è stato quello che ha visto Caligara agire sulla trequarti alle spalle del consueto tandem d’attacco. Altra nota dolente è stata l’assenza del killer instinct. Quello necessario per vincere le partite. Gli attaccanti, Rodriguez prima e Streng poi, hanno avuto due ghiotte occasioni. Entrambi hanno esitato r troppo.