Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Buchel: "Ascoli mi ha dato tutto Prima di venire qui volevo smettere"

Il centrocampista si racconta: "Ora godiamoci questi playoff dopo la super salvezza di un anno fa"

Buchel in azione
Buchel in azione
Buchel in azione

La seconda vita calcistica di Marcel Buchel in bianconero. Sotto le cento torri il centrocampista è rinato tornando a vivere quelle emozioni che soltanto il rettangolo verde possono regalare. E dopo qualche anno di sofferenza lo ha fatto da vero protagonista con il Picchio prima nella conquista di una complicata salvezza poi nel raggiungimento dei playoff. "Ascoli mi ha dato tutto – ha dichiarato il 31enne –, mi ha rimesso nella condizione di poter fare quello per cui sono nato. Mi sono rimesso non in gioco, ma di più, perché prima di venire qui volevo smettere. Quando hai conquistato tutto e lo vedi svanire davanti ai tuoi occhi per merito di altre persone o per scelte che oggi nel calcio accadono tante volte... Mi faceva quasi schifo questo mondo. Per fortuna l’Ascoli e anche Ciro Polito hanno creduto in me. Mi hanno dato questa possibilità poi sono stato bravo io, insieme a squadra, staff, tutti, a ritrovare la felicità in questo mondo. Tutto questo mi ha fortificato perché penso che sia fondamentale apprezzare quello che facciamo. La salvezza dell’anno scorso equivaleva alla vittoria del campionato. Quest’anno le cose sono andate in maniera diversa. Raggiungere i playoff credo che sia una cosa unica perché giocarsi la possibilità di andare in serie A non è da tutti. Sono molto contento di fare i playoff".

A sancire la partecipazione del Picchio agli attesi spareggi per la massima serie è stato l’incredibile successo dello Zini per 1-0. "Siamo riusciti a mettere questo obiettivo in sicurezza – ha proseguito –. A Cremona è stata una bella soddisfazione davanti a tanta gente. Dieci anni fa mi trovai benissimo in quella piazza. Sono una grande società, ma vincere contro una ex squadra è sempre un piacere. Non bisogna mai dare nulla per scontato. Sembrava che loro volessero festeggiare in anticipo e invece si sono sbagliati". Domani sera contro la Ternana (avvio alle 20,30) Sottil e i suoi uomini in caso di vittoria potrebbero addirittura provare a guadagnare un’altra posizione di classifica. Scenario che consentirebbe subito di partire giocando in casa. "Contro la Ternana sarà molto importante far bene perché vogliamo giocarci il primo turno in casa – ha infine affermato –. Li affronteremo come se fosse una partita da playoff perché poi giocheremo subito qualche giorno dopo. Sarà importante approcciare bene e prendere fiducia per lo sprint finale. Daremo tutto come sempre e proveremo a vincere questa partita. Sugli spalti sarà un’atmosfera bellissima. La partita di sera è l’ideale. Ti senti più giocatore. Penso che i tifosi daranno quel qualcosa in più anche se non mancano mai. Sono la nostra forza in più, il dodicesimo uomo in campo. Spero e sono convinto che venerdì sarà la prima battaglia per poi fare bene ai playoff".

Massimiliano Mariotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?