L'esultanza dell'Ascoli dopo la vittoria per 2-1 a Benevento (Lapresse)

Benevento, 3 novembre 2018 - Ascoli (foto), che spettacolo. Gli uomini di Vivarini sbancano Benevento grazie al 2-1 messo a segno in rimonta e si fanno uno splendido regalo in occasione dei 120 anni dalla fondazione del club. Al Vigorito i bianconeri conquistano il primo successo esterno, mettendo ko un'altra delle pretendenti alla promozione.

Negli schieramenti iniziali Vivarini cambia poco rispetto alla formazione di martedì sera. Le novità sono il ritorno di Laverone a destra e l'utilizzo di Beretta in tandem con Ngombo. L'ex Bucchi invece nel suo undici titolare getta nella mischia Nocerino nel terzetto mediano. Pronti, partenza e gol. Il Benevento sfrutta un'indecisione e passa subito avanti. Buonaiuto calcia da fuori, Perucchini non trattiene ma in pratica consegna la sfera a Coda che ringrazia e gonfia la rete.

La reazione del Picchio non si fa attendere e su un traversone basso di Laverone, Volta nel tentativo di anticipare Beretta devia la sfera nella propria porta: è 1-1. Stavolta l'Ascoli non perde concentrazione e tiene botta, ma i campani si fanno ancora vedere più tardi con Coda. Il centravanti calcia al volo di destro e il portiere bianconero risponde alla grande. I bianconeri rispondono con Ninkovic, il suo destro fa la barba al palo. Sono le prove generali per il serbo che più tardi colpirà proprio dalla distanza.
BENEVENTO ASCOLI_34764331_194935
Al ritorno in campo dopo l'intervallo i bianconeri mettono a segno un colpo durissimo, forse inaspettato per i padroni di casa. Ninkovic riceve palla per vie centrali dal terzino D'Elia e da fuori lascia partire un destro letale che termina la sua corsa alle spalle di Puggioni. Bucchi prova a scuotere i suoi inserendo forze fresche: dentro Ricci e Asencio per Insigne e Nocerino. Vivarini invece è costretto ad inserire Kupisz al posto dell'infortunato Ngombo. Il belga è costretto a a lasciare il campo in barella dopo aver ricevuto un colpo alla testa. Tatticamente l'Ascoli passa al 4-4-2. Il Benevento si butta tutto in avanti alla ricerca del disperato pareggio. Ci prova Asencio ma i suoi due tentativi sono poco precisi. Il Picchio soffre ma tiene duro fino al termine dei sei minuti di recupero che regalano ai bianconeri la prima vittoria esterna, e che vittoria.

Rivivi la partita minuto per minuto - Risultati e classifica

Il tabellino 

Benevento-Ascoli 1-2 (primo tempo 1-1)

Marcatori: 2' pt Coda (B), 19' pt aut. Volta (B), 3' st Ninkovic (A).

Benevento (4-3-3): Puggioni; Gyamfi, Volta, Billong, Letizia; Tello, Viola, Nocerino (17' st Asencio); Insigne (17' st Ricci), Coda, Buonaiuto (25' st Improta).
A disposizione: Montipò, Gori, Antei, Di Chiara, Maggio, Costa, Goddaro, Bandinelli, Volpicelli.
All. Bucchi.

Ascoli (4-3-1-2): Perucchini; Laverone, Brosco, Valentini, D'Elia; Addae, Troiano (31' st Zebli), Frattesi (41' st Padella); Ninkovic; Ngombo, Beretta.
A disposizione: Lanni, Bacci, Scevola, De Santis, Quaranta, Casarini, Parlati, Cavion, Ganz.
All. Vivarini.

Arbitro: Volpi di Arezzo.

Note: spettatori 9mila circa; ammoniti Tello per il Benevento, Ngombo, Addae, Brosco e Perucchini per l'Ascoli; corner 11-1 per il Benevento; recupero 4' pt, 6' st.