Il Monza festeggia a fine gara
Il Monza festeggia a fine gara

Monza, 2 febbraio 2019 - La Samb perde a Monza dopo aver recuperato il match per 2 volte. Perde a causa di un eurogol subito ben oltre lo scadere del recupero (nessuna polemica, però, perché il gioco si era fermato più volte in quei 5 minuti). Un peccato, certo, anche perché la Samb stava per portare a casa la quinta rimonta consecutiva. La gara inizia veramente soltanto con il vantaggio brianzolo: 15’, azione personale di D’Errico che di destro serve morbido Brighenti, la cui incornata non lascia scampo a Pegorin. La Samb, però, impiega 15 secondi per guadagnarsi il rigore del pareggio: palla al centro, manovra che lancia Calderini in area e fallo di Lepore. Sul dischetto si presenta lo stesso 10 rossoblù: due passi, piattone e Guarna è spiazzato. Dopo una ventina di minuti di lotta a centrocampo e di manovre stantie condotte da un Monza ben controllato dalla Samb, i biancorossi vincono un rimpallo e vanno al tiro con D’Errico: alto abbondantemente sopra la traversa.

Passano un paio di minuti e il Monza ci riprova da lontano con Anastasio, il cui destro deviato da Celjak si spegne sul fondo. Sono minuti positivi quelli tra il 40esimo e il 45esimo per il Monza che chiude la ripresa in attacco e con altri due tentativi, il primo di D’Errico, il cui sinistro viene bloccato da Pegorin e il secondo di Chiricò (abbondantemente a lato). La Samb risponde solo in contropiede e negli ultimi istanti entrambe le squadre hanno da protestare per 2 contatti in area. Prima piangono i rossoblù per una spinta (piuttosto lieve per la verità) di Scaglia su Signori e poi si lagna (anche troppo per la verità) il Monza, che crede di averne il diritto per un tocco di braccio di Biondi sul sinistro a rientrare di Chiricò (anche qua ha ragione Marini, poiché Biondi respinge palesemente con il fianco).

La ripresa si apre come s’era chiuso il primo tempo: asse Lepore-Brighenti, il primo crossa, il secondo gira in porta. Fuori. Passano 2’ e Armellino scende e spara: deviato in angolo. Il gol sembra essere nell’aria e alla fine arriva: Fossati ci prova da lontano, Pegorin la lascia lì con una respinta corta e l’ex Gubbio Marchi insacca. La Samb sembra tramortita ma Roselli comincia a cambiare. Dentro Russotto, Rocchi e soprattutto Di Massimo. La trazione anteriore premia al 27’: lancio lungo di Russotto per Di Massimo che, in area, serve Stanco di tacco. Il bomber rossoblù, soltanto caparbio fino ad allora, spara di sinistro sotto al 7. È lo splendido 2 a 2 che sembrava aver chiuso la partita. D’altronde, non succede nulla fino al 51’s.t., quando Gelonese si fa prendere da crampi intempestivi e D’Errico chiede all’arbitro di recuperare quei 30’’. Basteranno ad Anastasio, che oltre il recupero spara dai 35 metri: la palla fischia come un V2 e sfonda la rete all’altezza del 7. È l’eurogol della giornata, nonché l’unico modo capace di piegare questa Samb mai doma, che esce tra gli applausi dei 150 tifosi rossoblù accorsi a Monza. 

MONZA-SAMB 3-2

MONZA (4-3-3): Guarna; Lepore (41’s.t. Bearzotti), Scaglia, Marconi, Anastasio; Armellino, Fossati, D’Errico; Chiricò (16’s.t. Ceccarelli), Brighenti (32’s.t. Reginaldo), Marchi (41’s.t. Lora). A disp.: Sommariva, Galli, De Santis, Tomaselli, Negro, Di Paola, Otelè, Marchesi All.: Brocchi.

SAMBENEDETTESE (3-5-2): Pegorin; Zaffagnini (20’s.t. Rocchi), Biondi, Fissore; Celjak, Ilari (13’s.t. Russotto), Gelonese, Signori, Cecchini; Calderini (25’s.t. Di Massimo), Stanco. A disp.: Rinaldi, Sala, Di Massimo, Bove, Brunetti, De Paoli, D’Ignazio, Panaioli, Caccetta. All.: Roselli.

Reti: 16′ Brighenti, 17′ Calderini (rig), 7’s.t. Marchi, 27’s.t. Stanco, 51’ s.t. Anastasio

Arbitro: Nicolò Marini di Trieste (D. Moro di Schio e A. Zampese di Bassano del Grappa)

Note: Spettatori circa 2000 di cui 150 provenienti da San Benedetto. Ammoniti: 20′ Celjak, 8’s.t. Chiricò, 12’s.t. Fissore, 51’s.t. Anastasio. Angoli 5-3. Recupero 0’, 5’

Tabellino:

MONZA-SAMB 3-2

MONZA (4-3-3): Guarna; Lepore (41’s.t. Bearzotti), Scaglia, Marconi, Anastasio; Armellino, Fossati, D’Errico; Chiricò (16’s.t. Ceccarelli), Brighenti (32’s.t. Reginaldo), Marchi (41’s.t. Lora). A disp.: Sommariva, Galli, De Santis, Tomaselli, Negro, Di Paola, Otelè, Marchesi All.: Brocchi.

SAMBENEDETTESE (3-5-2): Pegorin; Zaffagnini (20’s.t. Rocchi), Biondi, Fissore; Celjak, Ilari (13’s.t. Russotto), Gelonese, Signori, Cecchini; Calderini (25’s.t. Di Massimo), Stanco. A disp.: Rinaldi, Sala, Di Massimo, Bove, Brunetti, De Paoli, D’Ignazio, Panaioli, Caccetta. All.: Roselli.

Reti: 16′ Brighenti, 17′ Calderini (rig), 7’s.t. Marchi, 27’s.t. Stanco, 51’ s.t. Anastasio

Arbitro: Nicolò Marini di Trieste (D. Moro di Schio e A. Zampese di Bassano del Grappa)

Note: Spettatori circa 2000 di cui 150 provenienti da San Benedetto. Ammoniti: 20′ Celjak, 8’s.t. Chiricò, 12’s.t. Fissore, 51’s.t. Anastasio. Angoli 5-3. Recupero 0’, 5’