Il tecnico uruguagio Paolo Montero
Il tecnico uruguagio Paolo Montero

Bolzano, 17 novembre 2019 - Contro il Sudtirol, la Samb crolla in meno di mezzora. Troppo più forti gli altoatesini, che nelle ultime 11 gare hanno vinto 9 volte e mantengono la seconda posizione. I rossoblù, invece, rimangono all'interno della zona playoff.

L'inizio del match è scoppiettante, con la Samb che si fa vedere con due tiri fuori misura di Volpicelli e Di Massimo, mentre il Sudtirol è pericoloso con Mazzocchi da calcio d'angolo (palla alta). Al 9', però, i padroni di casa passano in vantaggio: Miceli sbaglia la ripartenza e regala palla agli avversari, Casiraghi entra in area e infila Santurro.

Passano due minuti e il Sudtirol batte una punizione da centrocampo che finisce sulla testa di Tait e poi sul destro (dal limite) di Mazzocchi, che con una botta secca sigla il raddoppio. La Samb prova a reagire e guadagna appena un calcio d'angolo, mentre il Sudtirol torna a concludere al quarto d'ora con Gatto, il cui tracciante non spaventa nessuno.

I biancorossi sono sempre pericolosi e a metà tempo Turchetta strozza un pallone che carambola sul braccio di Di Pasquale. Regole nuove o regole vecchie, per la Samb non cambia nulla. Secondo De Santis di Lecce è rigore (una cosa è sicura: di Pasquale, che salterà il prossimo match contro una grande Feralpisalò, non ha protestato quasi per nulla). Dal dischetto va Morosini, l'uomo che dagli undici metri aveva svegliato i rossoblù dal sogno playoff 2018/2019. Rincorsa e tiro perfetto: nonostante l'intuizione di Santurro la palla bacia il palo ed entra per la terza volta in meno di mezzora.

Dunque, dopo 26', la gara del Druso è praticamente chiusa. Il match prosegue senza sussulti fino praticamente al 14' della ripresa, quando Angiulli, stanco d'annoiarsi, prova la conclusione dal limite: Cucchietti blocca centralmente con i rossoblù che chiedono il fallo di mano per una deviazione. Passano due minuti e i rivieraschi ci riprovano con un bel destro di Cernigoi, ben servito da Gelonese, sul quale il portiere biancorosso se la cava con una respinta.

Al 24's.t., il Sudtirol risponde con una punizione dalla trequarti di Morosini che finisce in rete: De Santis annulla per fuorigioco attivo di Vinetot. La Samb cerca la rete della bandiera ma non riesce a entrare in area, per cui ci prova con Volpicelli e Cernigoi, sempre da fuori e sempre ciambellando. Al 35', Carillo atterra ingenuamente Romero in area: il rigore è netto e lo stesso Romero va a calciarlo sul fondo un minuto più tardi. Non succede praticamente più nulla. La Samb esce dal Druso tremendamente ridimensionata.

Il tabellino

SUDTIROL-SAMB 3-0

SUDTIROL (4-3-1-2): Cucchietti; Ierardi, Polak, Vinetot, Fabbri (43's.t. Davì); Tait, Gatto, Morosini (32's.t. Trovade); Casiraghi (43's.t. Gabrieli); Turchetta (20's.t. Rover), Mazzocchi (32's.t. Romero). A disp.:Taliento, Grbic, Berardocco, Alari, Toci. All.: Vecchi

SAMBENEDETTESE (4-3-3): Santurro; Rapisarda, Miceli (5's.t. Carillo), Di Pasquale (5's.t. Biondi), Gemignani (40's.t. Trillò); Gelonese (28's.t. Rocchi), Angiulli, Frediani; Volpicelli, Cernigoi, Di Massimo (28's.t. Orlando). A disp.: Raccichini, Fusco, Piredda, Brunetti, Garofalo, Panaioli. All.: Montero

Arbitro: Daniele De Santis di Lecce (Massara di Reggio Calabria e Terenzio di Cosenza)





Reti: 9' Casiraghi, 11' Mazzocchi, 26' Morosini (rig.)

Note: Ammoniti: 14' Miceli, 18' Morosini, 25' Di Pasquale, 35' Di Massimo, 11's.t. Gelonese, 47's.t. Trillò e Ierardi. Angoli 5-6. Recupero 1', 4'