Quotidiano Nazionale logo
21 mar 2022

Caligara: "Tanto rammarico" Leali: "Peccato, noi in difesa"

Il centrocampista: "Tante partite giocate in un mese e mezzo, la sosta ci aiuterà"

Prestazione terribile quella fatta registrare dal centrocampo bianconero nei primi 60’ di gioco. Se Buchel non è mai riuscito a dettare i ritmi e favorire lo sviluppo della manovra, va detto che le colpe sono state anche dei colleghi di reparto, mai capaci di sostenerlo a dovere. Impalpabile la prova di Caligara che al termine dell’incontro non ha potuto nascondere la sua delusione. Probabilmente anche lui si è reso conto di non aver giocato una delle sue gare migliori. "C’è tanto rammarico perché sapevamo dell’importanza di questa partita – ha sostenuto il mediano –. Arrivavamo a questo appuntamento dopo tre risultati utili consecutivi. Ci poteva dare quel passo avanti in più che ci mancava, però il calcio è anche questo. Ci può stare che la partita non si vinca e venga persa negli ultimi 5’. La strada da portare avanti è comunque questa e proseguendo in questa direzione ci toglieremo le nostre soddisfazioni. Forse potevamo agganciare il sesto posto, ma l’obiettivo resta comunque quello di arrivare all’ultima partita ed essere nella griglia dei migliori. Poi se sucederà qualcosa in più ben venga. Continuiamo ad affrontare una gara alla volta poi tireremo le somme a fine stagione. Per la prima volta si sono giocate così tante partite in un mese e mezzo. A volte può capitare di arrivare stanchi a certe gare sia mentalmente che fisicamente. Fortuntamente ci sarà la sosta che ci permetterà di recuperare per mettere benzina e arrivare pronti al rush finale".

L’illusione sul penalty neutralizzato a Da Cruz in avvio, dopo il fallo commesso da Quaranta su Diaw in area, aveva fatto pensare che ci avrebbe pensato Leali ad immolarsi sugli assalti dei padroni di casa. Purtroppo quel pallone non trattenuto nel finale ha permesso a Zonta di portare il match sul binario del Vicenza. E poco più tardi la beffa dello sfortunato autogol di Bellusci ha difatto chiuso i conti. "Mi faceva piacere aver parato il calcio rigore – ha commentato il portiere –, fino all’85’ quando eravamo sullo 0-0. Purtroppo poi siamo andati in svantaggio e abbiamo perso la partita. Alla fine resta questa sconfitta. Rispetto alla gara col Pisa abbiamo sofferto di più. Nonostante questo avevamo creato le nostre occasioni provando ad andare in vantaggio. Stavolta abbiamo disputato una partita di difesa. Peccato non essere riusciti a portare a casa dei punti".

mas.mar.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?