Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Cardella carica la Samb: "Ora vinciamo fuori casa"

L’attaccante è pronto per lo sprint finale: "Domani sarà una partita complicata, con il Castelnuovo, adesso manca un mese alla fine e dobbiamo dare tutto"

Federico Cardella al tiro (foto Sgattoni)
Federico Cardella al tiro (foto Sgattoni)
Federico Cardella al tiro (foto Sgattoni)

Contro la Matese, Federico Cardella ha fatto una grande gara. Gli è mancato solo il gol, ma per il resto ha dimostrato di essere una punta completa. Cardella ha corsa, capacità di difendere il pallone e lavorare spalle alla porta. Ma sa anche girarsi e attaccare in profondità. insomma, è un centravanti con grandi qualità per la Serie D, tanto che contro i molisani ha retto la fase offensiva rossoblù quasi da solo, soprattutto nel primo tempo, quando ha calciato tre volte in porta in rapida successione, e poi nel finale di gara. Proprio nel finale, Cardella ha avuto la possibilità di chiudere la gara servendo uno dei quattro compagni che aveva al fianco. Ma si è lasciato ingolosire, tanto più che aveva recuperato il pallone lui stesso: "Sì — dice Cardella — in quell’occasione ho sbagliato. Avevo Ameth (Fall, ndr) al mio fianco, e assieme a lui c’erano altri compagni. Ho infatti pensato di servirlo, ma poi ho visto un varco e ho calciato. Ho commesso un errore notevole, perché potevamo chiudere definitivamente la partita. Ero un po’ stanco, ma non ho scusanti, e anzi sono stato io a scusarmi subito con Ameth".

Tra le due punte rossoblù c’è molto affiatamento fuori dal campo e i due sono spesso assieme: "Ci siamo parlati subito dopo il mio errore. Anzi abbiamo passato il pomeriggio assieme e ci abbiamo scherzato su. Stiamo bene assieme, dentro e fuori dal campo, e sono convinto che giovedì (domani, ndr), contro il Castelnuovo Vomano, torneremo a gioire assieme". Al di là dell’errore nel finale, poi, per Cardella la vittoria contro la Matese è stata "davvero importante, perché abbiamo ripreso a fare punti pesanti. Abbiamo passato un bel fine settimana, festeggiando al meglio i novantanove anni della Samb. La festa prima della gara è stata bellissima, così come l’atmosfera creata dai tifosi, che ci sono mancati molto in questi mesi". Ora, Cardella e la Samb sono concentrati sulla partita contro il Castelnuovo che si giocherà domani alle 15 in Abruzzo. "Sarà una partita complicata, come lo sono tutte in questo momento della stagione, perché ogni squadra lotta per i propri obiettivi. Noi però dobbiamo tornare a vincere anche fuori casa".

Per quest’ultimo mese dell’annata, Cardella si propone di "dare il massimo e aiutare la squadra ad arrivare più in alto possibile in classifica. Manca poco al termine della stagione, per cui è il momento di dare tutto". Dunque, già con il Castelnuovo, Cardella vuole tornare a segnare e riprendere quel cammino personale interrotto con il Fano. In quell’occasione segnò il suo ultimo gol dei dieci siglati finora: era il 5 marzo, e Cardella andava in rete da quattro gare consecutive. Dunque, per la punta ex Pineto è giunta l’ora di timbrare nuovamente il cartellino, e se dovesse continuare a giocare come contro la Matese le probabilità che ci riesca sono alte.

Pierluigi Capriotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?