Sergio Parisse, capitano dell'Italrugby, con un piccolo tifoso (Ansa)
Sergio Parisse, capitano dell'Italrugby, con un piccolo tifoso (Ansa)

San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), 16 agosto 2019 - Gli azzurri del rugby, da settembre impegnati nel mondiale che si svolgerà in Giappone (20 settembre-2 novembre), terranno l’unica sfida pre mondiale davanti al pubblico italiano, saranno domani (ore 18.25) al ‘Riviera delle Palme’ di San Benedetto del Tronto dove per il ‘Cattolica Test Match’ affronteranno la Russia. Un appuntamento che segnerà il giro di boa sulla strada che porta alla rassegna iridata nipponica dato che, all’indomani della gara di San Benedetto, il Ct O’Shea annuncera’ i 31 convocati per i Mondiali. 

Per la prima volta si tiene un grande test-match internazionale sulla riviera adriatica.

"Abbiamo rispetto per la Russia, squadra che di certo non regalerà nulla sul campo". Così Sergio Parisse, nella conferenza stampa a conclusione dell'allenamento di rifinitura. "Sarà importante per testare in che condizioni siamo - ha aggiunto il capitano azzurro - sia dal punto di vista fisico che tecnico, visto che giocheremo contro un avversario che non siamo abituati ad affrontare. Sarà l'ultima chance per Conor e tutto lo staff per scegliere i 31 giocatori che andranno al Mondiale".