Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 mar 2022

La sosta, poi un mini campionato L’Ascoli vuole blindare i playoff

Dopo la sconfitta di Vicenza i bianconeri sono scesi all’ottavo posto. Ma dietro stanno andando piano

22 mar 2022
Il tecnico Andrea Sottil
Il tecnico Andrea Sottil
Il tecnico Andrea Sottil
Il tecnico Andrea Sottil
Il tecnico Andrea Sottil
Il tecnico Andrea Sottil

Un vero peccato. Probabilmente tutto il popolo bianconero ha commentato così l’amara domenica che ha visto l’Ascoli finire in ginocchio a Vicenza dopo aver sofferto per quasi tutta la partita. Le poche fiammate offensive non sono bastate per frenare la voglia della formazione di Brocchi di continuare a crederci. Le parole del patron Massimo Pulcinelli d’altronde sono state inequivocabili: "Sconfitta meritata, onore al Vicenza". Fortunatamente i risultati arrivati dagli altri campi non hanno reso ancor più dolorosa la sconfitta del Menti. Ad approfittarne è stato soltanto il Frosinone. I ciociari in classifica sono stati bravi ad operare il controsorpasso grazie all’altisonante vittoria sul Benevento per 2-0. Epilogo che ha visto il Picchio perdere una posizione e passare dal settimo posto dei giorni scorsi all’ottavo. Dietro le altre pretendenti hanno iniziato a mostrare un po’ di fatica nel tenere il ritmo di chi sta provando a correre per qualcosa di importante. In primis a steccare una buona occasione è stato il Perugia, finito ko davanti ai propri tifosi per mano di un Como sempre più mina vagante di questo torneo. Al Curi tutto si è risolto nella ripresa con Ciciretti. Quasi a fare un favore indiretto alla sua ex squadra. Il bottino fatto registrare dagli umbri nelle ultime due sfide interne consecutive è stato decisamente magro. Un solo punto quello messo in cascina. Davvero troppo poco in questa fase della stagione per riuscire a restare in scia per i playoff.

Oltre ai biancorossi a finire a mani vuote è stato anche il Cittadella che, nel momento topico, è incappato in un digiuno di successi che sta seriamente mettendo a rischio la possibilità di ambire per un posto che conta. La sconfitta di misura subita a Pisa ha acuito le difficoltà che i veneti hanno incontrato nell’ultimo mese. La formazione di Gorini non è più riuscita a gioire da ben 5 turni. L’ultimo acuto quello del Tombolato risalente il 27 febbraio con il Frosinone per 3-0. Tutti questi fattori avrebbero potuto esaltare l’eventuale punto portato via dall’Ascoli a Vicenza.

Dopo lo stop si tornerà a correre per la volata finale. Il Picchio per provare a staccare le avversarie e tentare l’ipotetico assalto al sesto posto potrà provare a sfruttare il fattore casalingo che in questo girone di ritorno è tornato ad essere un punto di forza. Saranno quattro le sfide casalinghe. Quelle contro Pordenone, Reggina, Cittadella e Ternana. Difficili invece le trasferte di Monza, Parma e Cremona. Tra qualche scontro diretto e qualche confronto da non sottovalutare, seppure agevole sulla carta, gli uomini di Sottil proveranno ad avvicinarsi il più possibile a quella quota 60 punti che garantirebbe la partecipazione ai prossimi playoff. Una buona fetta di successo passerà per il Del Duca.

Massimiliano Mariotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?