Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

L’Ascoli sulle ali dell’entusiasmo Tifosi bianconeri in massa al Tardini

Già venduti trecento biglietti per il match di Pasquetta in cui il Picchio vuole chiudere il discorso playoff

I tifosi del Picchio si mobilitano
I tifosi del Picchio si mobilitano
I tifosi del Picchio si mobilitano

L’importantissima vittoria di domenica sulla Reggina ha portato l’Ascoli ad un passo dal (primo) traguardo stagionale cioè la qualificazione playoff. Il pareggio del Perugia nel match casalingo con il Pisa ha ulteriormente dato valore al successo dei bianconeri, che sono riusciti ad incrementare il vantaggio sulla principale, ormai lontana, inseguitrice: il Picchio è settimo a quota 55, seguito dal Frosinone a 54 e, appunto, dagli umbri (prima squadra fuori dalla griglia playoff) a quota 49. Il Cittadella, decimo a 48, resta aggrappato all’aritmetica ma di fatto ha lo ‘zero virgola’ per cento di possibilità di accedere agli spareggi. A quattro gare dal termine i 6 punti di vantaggio della squadra di Sottil sono un margine di tutto rilievo, anche se ovviamente servirà mettere ancora un po’ di fieno in cascina per essere tranquilli. I punti necessari per strappare l’ultimo posto playoff alla fine saranno, con tutta probabilità, tra i 58 e i 60. All’Ascoli, insomma, basterà ‘una vittoria e qualcosa’ (anche se è chiaro che i bianconeri proveranno a raccogliere più risultati positivi possibile). La corazzata Parma, tra le principali delusioni del campionato, ha sperato fino a lunedì sera di poter rientrare in extremis nella corsa per un posto al sole, ma il ko di Brescia ha definitivamente annichilito le velleità degli emiliani che, dodicesimi a quota 45, possono già pensare alla prossima stagione. La sfida di Pasquetta tra i ducali, allenati dall’ascolano Iachini, e il Picchio vedrà quindi di fronte una formazione carica di entusiasmo (quella ospite) e una che, dichiarazioni di facciata a parte, si sta leccando le ferite dopo aver barcollato per mesi ed essere caduta (lunedì a Brescia) rovinosamente a terra.

Miracoli a parte, i bianconeri sono troppo distanti dal quarto posto per poter sperare di agganciarlo ed entrare in gioco direttamente in semifinale playoff, ma sperare nella sesta piazza, che dista 5 punti e permette di giocare il turno preliminare in casa, non è utopia. Per questo obiettivo (oltre che per blindare gli spareggi naturalmente) è fondamentale espugnare subito il Tardini e in questo una grossa mano potrebbe arrivare dai tifosi. Come detto, in Emilia ci saranno musi lunghi e voglia di estate anticipata, ma se il pubblico locale non sarà particolarmente caldo, ad Ascoli stanno, viceversa, spuntando come funghi auto, pullmini e bus in allestimento. Ieri sera erano stati già venduti quasi 300 dei 1.871 biglietti a disposizione per il settore ospiti ed è probabile che nei prossimi giorni si superi quota mille. La giornata di festa, la possibilità di visitare una bella città distante ma non lontanissima (circa 4 ore di auto) e il traguardo playoff sempre più vicino stanno spingendo tanti supporter della provincia, e non solo, a decidere di partire. Agli autobus organizzati (tre) potrebbero unirsi altri torpedoni, per un Tardini che, dal punto di vista del calore dagli spalti, parlerà più ascolano che emiliano.

Gigi Mancini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?