Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 mag 2022

L’estate inizia a Castel di Lama Poi si va a Cascia

Il raduno il sette luglio alla Corte del Sole, quindi due settimane in Umbria

26 mag 2022
Andrea Sottil
Andrea Sottil
Andrea Sottil
Andrea Sottil
Andrea Sottil
Andrea Sottil

L’Ascoli ha definito le date del ritiro precampionato che condurrà gli uomini di Sottil verso la stagione 2022-2023. Come anticipato sarà ancora Cascia lo scenario delle due intense settimane di lavoro che si susseguiranno sudando sul campo mattina e pomeriggio. Ieri il club di corso Vittorio con una nota ufficiale ha confermato la scelta relativa alla nota località umbra. I bianconeri resteranno lì da domenica 10 luglio fino a domenica 24 ospitati nuovamente dalle strutture dall’hotel La Reggia della famiglia Magrelli. Il raduno, inizialmente programmato per lunedì 4 luglio è stato invece spostato per la mattinata di giovedì 7 all’hotel La corte del sole di Castel di Lama. Nel pomeriggio squadra e staff raggiungeranno il Picchio Village per sostenere il primo di una lunghissima serie di allenamenti che accompagneranno il Picchio nella preparazione delle sfide che via via si susseguiranno nell’arco dell’annata. Nelle mattinate di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 luglio largo ai classici test e visite mediche di routine. Intanto il direttore sportivo Marco Valentini è già all’opera per puntellare l’attuale organico. Secondo quanto dichiarato da tecnico e diesse non ci saranno stravolgimenti.

Il compito più difficile sarà indubbiamente quello di blindare i pezzi pregiati della rosa. Il vincolo contrattuale di vari elementi terminerà il prossimo 30 giugno 2023 e su di loro già qualche società avversaria ha già iniziato a mettere gli occhi. Praticamente impossibile riuscire a trattenere Dario Saric. Sarà lui l’uomo mercato dell’Ascoli nella prossima sessione estiva di mercato. Anche la Sampdoria sembrerebbe molto decisa nel voler provare ad accaparrarsi il bosniaco che lunedì 30 maggio compirà 25 anni. Con i blucerchiati il dialogo è già aperto da mesi in virtù dell’operazione Sabiri, adesso pronto a passare definitivamente ai liguri con l’obbligo di riscatto stabilito. Dopo due stagioni con il Picchio Saric è pronto per il grande salto in A. Oltre alla Samp su di lui già dallo scorso gennaio c’era anche l’Atalanta, club al quale si sono poi aggiunti Torino, Udinese, Verone, Empoli e Cremonese. Contestualmente si cercherà di raggiungere il ritorno di Bellusci, stavolta a titolo definitivo, dal Monza e valutare la possibilità di rinnovare i prestiti di Maistro e Tsadjout da Lazio e Milan. In uscita Tavcar che andrà in prestito in C. Fabbrini invece sarà ceduto o si cercherà una risoluzione consensuale.

mas.mar.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?