In archivio oltre due settimane di lavoro per la Videx Grottazzolina che sta affilando le armi e trovando la giusta amalgama in vista dell’avvio della stagione in programma ad ottobre. E per farlo non solo allenamenti e sedute intense per un gruppo parzialmente rinnovato ma anche attraverso i primi test ufficiali con allenamenti congiunti che...

In archivio oltre due settimane di lavoro per la Videx Grottazzolina che sta affilando le armi e trovando la giusta amalgama in vista dell’avvio della stagione in programma ad ottobre. E per farlo non solo allenamenti e sedute intense per un gruppo parzialmente rinnovato ma anche attraverso i primi test ufficiali con allenamenti congiunti che servono assolutamente per misurare lo stato di avanzamento dei lavori. Anche un primo assaggio di campionato quello nel test contro Fano che sarà protagonista nel girone bianco con i grottesi. Fano si è aggiudicato i primi due parziali proprio sul filo di lana con punteggi di 25-23 e 28-6. Non si è fatta attendere la risposta della Videx che ha posto a suo favore il terzo e quarto parziale per 25-19 e 25-16, tradendo a volte forse la grande voglia di mettersi mostra. "Questo gruppo ha tanta voglia di arrivare - ha dichiarato Mattia Minnoni, vice di coach Ortenzi - ognuno si pone l’obiettivo di migliorare ogni giorno di più e questo è sicuramente un aspetto positivo in funzione dell’importante lavoro che ancora dobbiamo fare. I ragazzi si sono comportati molto bene in fase muro-difesa ed hanno creato molte opportunità di contrattacco. Allo stesso tempo è mancata un po’ di efficacia nel concretizzare proprio questo genere di situazioni a causa di una certa frenesia che, a tratti, ci ha impedito di giocare con la giusta lucidità. La preparazione? Serve continuare a lavorare con la stessa intensità e lo stesso approccio mostrati finora. Posto che le doti e le qualità dei ragazzi sono fuori discussione, occorre solo un po’ di pazienza per arrivare a creare i giusti meccanismi di squadra e per tirar fuori da qualunque situazione di gioco una buona occasione per mettere il pallone a terra".