Quotidiano Nazionale logo
26 mar 2022

Modulo e uomini Quante certezze costruite da Sottil

Gioco e molti interpreti consolidati durante questi mesi insieme

Andea Sottil
Andea Sottil
Andea Sottil

Oltre due terzi di campionato sono andati in archivio. Nello sprint relativo agli ultimi incontri programmati dal calendario – una serie che i vertici dell’Ascoli hanno definito 7 finali – Sottil e i suoi uomini si giocheranno davvero tutto. Nel frattempo, covid permettendo, il gruppo ha potuto sfruttare la sosta nazionali per tornare subito a lavorare sodo al fine di farsi trovare pronto alla ripresa del campionato di sabato 2 aprile. Ripartire contro il Pordenone con il piede giusto, cioè con una bella vittoria, sarà di vitale importante per consolidare il piazzamento in griglia playoff. Nelle ultime ore inevitabilmente a generare qualche preoccupazione sono stati i recenti casi di positività al covid riscontrati all’interno del gruppo squadra. Situazioni che potrebbero mettere fuori gioco, nella peggiore delle ipotesi, qualche big dello schieramento titolare. Anche se in realtà il tempo per recuperare completamente ci sarebbe. In questo rush finale il tecnico Sottil potrà comunque contare su due sistemi di gioco validi e capaci di esaltare le caratteristiche dei propri interpreti: 4-3-1-2 e 4-2-3-1. All’interno di entrambi però ci sono dei punti fermi dei quali a questo punto della stagione non si può proprio fare a meno. Come ad esempio la fisicità di Tsadjout, l’estro di Bidaoui e il fiuto del gol di Dionisi. A loro può esser aggiunto il grande lavoro di sacrificio fatto dal reparto mediano in toto. Qui l’unico appunto potrebbe essere costituito da Maistro. Da qualche settimana la promessa, arrivata in prestito dalla Lazio, sembra aver perso smalto e imprevedibilità. Davanti a Leali invece è superfluo ribadire che con la coppia Botteghin-Bellusci si è riusciti a trovare il livello di solidità e protezione maggiore. Prosegue anche la preparazione del Pordenone che, seppur virtualmente condannata, continua a non volersi rassegnare. A pagare dazio nell’ultimo turno disputato è stato proprio il Brescia. Ieri i neroverdi di Tedino si sono allenati al centro sportivo ‘De Marchi’ con una doppia seduta. Oggi invece sarà prevista soltanto una seduta mattutina prima del giorno di riposo concesso al gruppo. Non si è potuto allenare con il resto dei compagni l’attaccante Cambiaghi, impegnato con l’under 21 del ct Viscidi. A lui si è aggiunto il forfait di Dalle Mura, alle prese con una contrattura che non gli ha permesso di scendere in campo ad Ascoli nel match dell’under 20 contro la Germania. Al Del Duca non ci sarà sicuramente lo squalificato Deli.

Massimiliano Mariotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?