Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Fenati, follia a Misano. Manzi: "Avrebbe potuto ammazzarmi"

"Merita una sanzione molto più dura. Noi in squadra insieme? Mai"

di UGO BENTIVOGLI
Ultimo aggiornamento il 10 settembre 2018 alle 17:48
Stefano Manzi (Alive)

Misano Adriatico, 10 settembre 2018 - Follia in Moto2, ieri al Gp di Misano: il pilota ascolano Romano Fenati (FOTO) tocca il freno del santarcangiolese Stefano Manzi e viene squalificato per due gareManzi è seduto sul camion, cappello d’ordinanza calato in testa, smatphone in mano, mentre attorno a lui i meccanici smontano tutto lo smontabile e caricano il materiale per il prossimo Gran Premio d’Aragon. E prova a spiegare cosa è successo nel corso della 19ª tornata che poteva cambiargli la vita. 

AGGIORNAMENTO Fenati 'scaricato' dal suo team. Poi si scusa: "Non sono stato un uomo"

LEGGI ANCHE La madre di Fenati: "Minacce di morte"

Guarda il video qui sotto:

Manzi, trovarsi la moto frenata a 217 all’ora: come si fa a non cadere? 
«Sinceramente non lo so proprio come ho fatto a restare in piedi». 
Rivederlo in tv che effetto le ha fatto? 
«L’ho rivisto ma mi aveva già fatto molta impressione anche vivendolo direttamente. Tra l’altro è stata registrata una pressione di 20 bar quando in questo circuito al massimo usiamo una da 9 bar, insomma quasi il doppio. Poi ha rallentato quando mi ha visto nella ghiaia e ha esultato».
C’è un risvolto ancor peggiore: la scorsa settimana Romano Fenati aveva firmato un accordo per diventare – la prossima stagione – proprio il suo nuovo compagno. Ora che succederà?
«Direi che è assolutamente impossibile: ora parleremo con il team per capire cosa fare. Ma questo è un gesto che non posso perdonare, almeno adesso: pericoloso e antisportivo. Per fortuna ho intuito le sue intenzioni vedendolo togliere la mano sinistra dalla manopola e ho fatto un piccolo scarto». 
Avete avuto modo di parlarvi nel post-gara? 
«Ci siamo incontrati in direzione corsa ma non ci siamo parlati: lui ha detto la sua e io la mia». 
Considera giuste le sanzioni?
«Credo che sei posizioni in griglia per me nel prossimo Gran Premio e due gare di stop per lui non siano giuste, visto quanto ho rischiato io». 
 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.