Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Salvi: "Arriviamo il più su possibile Intanto dobbiamo vincere a Parma"

Il difensore dell’Ascoli: "Il campionato quest’anno è particolare. Ci sono tante squadre forti"

Salvi in azione
Salvi in azione
Salvi in azione

La trasferta di Parma costituirà uno degli scogli più difficili da superare in questo infuocato finale di stagione. In un campo da sempre ostico per i colori bianconeri gli uomini di Sottil cercheranno di uscire indenni difendendo quel cospicuo vantaggio che oggi in classifica li divide da Perugia e Cittadella. A parlare del momento che sta vivendo la squadra è stato il difensore Alessandro Salvi. "La vittoria contro la Reggina ci ha dato delle risposte positive – ha commentato il terzino destro –, sapevamo che era una partita difficile contro una squadra che si chiudeva e cercava di ripartire. Il primo tempo è stato molto equilibrato, mentre nel secondo siamo usciti meglio anche grazie alle indicazioni del mister su alcuni aspetti. Credo che il successo sia stato meritato". Contro la formazione guidata dall’ex Peppe Iachini il Picchio dovrà cercare di ripetere la bella prova prodotta con i calabresi. Stavolta al ritorno in campo il tecnico dell’Ascoli, oltre ad aver recuperato tutti gli elementi, potrà veder migliorate anche le condizioni fisiche di chi ultimamente era stato costretto a fermarsi.

"Il valore del Parma lo conosciamo tutti anche se hanno una classifica difficile rispetto a ciò che loro si aspettavano – ha proseguito –. È una squadra che è stata costruita per vincere, ma non andremo lì a fare una passeggiata. Dobbiamo pensare a noi e cercare di portare a casa quei tre punti che quasi ci assicurerebbero la possibilità di giocare i playoff. Nella griglia finale è fondamentale cercare di raggiungere la posizione più alta possibile perché il discorso cambia se giochi in casa o fuori. Poi ci possono essere anche gli altri risultati a favore o sfavore. Bisogna cercare prima di tutto di vincere a Parma e di conseguenza penseremo alle altre nostre partite. Ribadisco che il posizionamento è importante".

Ancora una volta la cadetteria si conferma un torneo indecifrabile e ricco di colpi di scena. Soprattutto quello attuale dove a contendersi dei posti importanti sono davvero in tanti. "Il campionato quest’anno è particolare – ha infine concluso –. Ci sono tante squade forti. Non mi aspettavo forse la Cremonese così continua nei risultati, ma di fatto è la squadra che mi ha impressionato di più. Speriamo che alla fine la sorpresa saremo noi. A livello realizzativo anche per ciò che riguarda i difensori si può e si deve migliorare. Stiamo facendo tutti un bel campionato, ma credo che il meglio deve ancora venire. In settimana lavoriamo sugli aspetti positivi e negativi. L’unico rimedio è sempre il lavoro e il risultato si è visto. I tifosi sono fondamentali. Si è visto nell’ultima partita contro la Reggina ed è stato uno spettacolo. Mi auguro che la gente venga ancor di più. Siamo arrivati alle ultime partite, ma sono anche quelle più importanti".

Massimiliano Mariotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?