Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Sottil: "L’Ascoli può contare su dei tifosi straordinari"

Il tecnico li ringrazia: "Ci sono stati sempre vicino, ci spronano e ci aiutano"

Il saluto tra Sottil e Iachini
Il saluto tra Sottil e Iachini
Il saluto tra Sottil e Iachini

L’Ascoli sbanca anche lo stadio ‘Tardini’ di Parma e conquista la sua decima vittoria in trasferta di questa straordinaria stagione. Il Picchio al Tardini negli otto precedenti aveva una tradizione incredibilmente negativa: mai una vittoria, due pareggi e ben sei sconfitte subite con un solo gol fatto.

Mister Sottil ha un sapore diverso vincere davanti a tutti questi tifosi arrivati dal Piceno?

"Sapevamo che sarebbe stata una giornata molto importante. Ben 1.500 ascolani sono venuti a Parma, i nostri tifosi sono sempre straordinari. Hanno dimostrato di starci vicino, di credere in noi, ci hanno spronato e ci hanno permesso di battere una squadra con giocatori importanti. Complimenti ai miei ragazzi, che hanno giocato con personalità, con sacrificio, con ordine ma anche con tecnica. Abbiamo trovato il vantaggio, potevamo chiudere la partita prima con alcuni contropiedi che potevamo gestire meglio e poi ci siamo difesi. Credo che la vittoria sia meritata. Sono contento. Adesso ci prepariamo ad affrontare il Cittadella. Ci riposiamo un giorno e ci godiamo la vittoria. Chiaro che i playoff sono un nostro obiettivo, ci siamo dentro e ci vogliamo rimanere fino alla fine".

Gara sofferta perché è stata vera e il Parma si è arreso solo al fischio finale?

"Non si poteva venire qui e non subire il Parma. Siamo ripartiti tre volte in superiorità numerica e lì si poteva andare sul 2-0. Il Parma è una squadra importante e non è che è stata a guardare. Ci hanno messo dei cross esterni e siamo stati bravi. Faccio i complimenti a chi è subentrato dalla panchina. Ancora un contributo importante, risorse fresche per portare la partita a casa".

Un successo che visti anche gli altri risultati taglia fuori sia Parma che Cittadella dalla corsa playoff?

"Ci siamo innanzitutto concentrati su quello che dovevamo fare noi. Sapevamo che il Perugia aveva vinto. Il Cittadella ha perso. Ma sarà una corsa per tutte e tre le ultime gare di campionato. Ho recuperato tutta la rosa, abbiamo un’altra settimana per lavorare al top e presentarci molto carichi contro il Cittadella".

Che impressione le ha fatto il Parma?

"Il Parma era un avversario con valori importanti, ma voglio esaltare i miei ragazzi. Venire qua e vincere non era semplice. Ci siamo riusciti. Questa categoria vuole un vestito preciso. La mia idea di calcio è questa e in questo campionato di B vige l’equilibrio. Ogni partita bisogna battagliare. C’è la corsa, il fisico, andare a lottare e poi serve il talento. Questa è una categoria difficile e impegnativa. Bisogna calarsi bene nella parte e mettere sempre il vestito giusto".

Come stanno i calciatori usciti acciaccati dal campo?

"Bellusci ha sentito contrarre il flessore, dovremo valutarlo martedì. Farà una risonanza. Maistro ha avuto una contrazione anomala in pre-rifinitura al quadiricipite. Lo abbiamo salvaguardato. Tsadjout non è ancora in condizioni ottimali e farà una visita specialistica".

Valerio Rosa

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?