Quotidiano Nazionale logo
11 apr 2022

Sottil: "Restiamo umili Ondata Covid alle spalle"

Il tecnico: "Abbiamo una settimana un po’ più lunga per incrementare l’intensità e ritornare ad essere aggressivi. La vittoria ci dà stimoli"

I giocatori bianconeri sotto la curva La Bolognese
I giocatori bianconeri sotto la curva La Bolognese
I giocatori bianconeri sotto la curva La Bolognese

Un Ascoli ‘timido’ nella prima frazione e decisamente più aggressivo e determinato nella ripresa, batte con merito una volitiva Reggina.

Mister Andrea Sottil si aspettava una gara così complicata?

"Mi aspettavo una partita molto difensiva della Reggina, un 5-3-1-1 molto serrato, molto chiuso e non è stato facile trovare varchi. Nel primo tempo bisognava essere più veloci nel far girare palla e non siamo stati precisi, ma abbiamo avuto comunque un paio di occasioni importanti per sbloccarla. Nella ripresa siamo stati più veloci ed efficaci, non era semplice scardinarli, siamo stati molto bravi chiudendoli in area e creando tanto".

Prezioso anche il contributo di Saric e Maistro subentrati dalla panchina?

"Nel secondo tempo si è visto un cambio di marcia, e in tanti stanno salendo di condizioni, vedi Bidaoui e Maistro. Eravamo più disinvolti, più veloci e più rapidi siamo andati a colpire e potevamo colpire ancora. Non era semplice".

E’ stata superata la fase più complicata post-Covid?

"Fortunatamente abbiamo messo alle spalle l’ondata di Covid ed influenze. Veniamo, però, da venti giorni con allenamenti sette contro sette o otto contro otto, con la squadra decimata e dobbiamo ritrovare le distanze e la velocità negli spazi di gioco. Adesso abbiamo una settimana un po’ più lunga per incrementare questa intensità e ritornare ad essere aggressivi per 100 minuti".

Siete entrati nella fase finale della stagione e la classifica sembra ormai delineata?

"Mancano 4 partite e certamente si guardano anche i posizionamenti in classifica. Noi restiamo umili e concentrati su noi stessi perché questa è stata sempre la nostra forza, migliorando la condizione fisica gestendo i diffidati. Questa con la Reggina non era una gara da giocare, ma da vincere, osando sia a livello individuale che come collettivo".

Lunedì ci sarà la trasferta a Parma con un umore decisamente diverso?

"La vittoria ti dà stimoli e una consapevolezza diversa. Abbiamo 55 punti e va bene così. Sarà fondamentale avere una settimana tipo per preparare la gara di Parma e poi altri 7 giorni per il match con il Cittadella. Contro il Pisa la squadra era ad un ottimo livello anche atletico e lì dobbiamo tornare".

Valerio Rosa

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?