Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Spagna trascina il Porto d’Ascoli: "Doppietta dedicata a Napolano"

Decisivo contro il Nereto: "Sono solo il finalizzatore di un lavoro di squadra bellissimo"

Il Porto d’Ascoli continua la preparazione in vista della gara di mercoledì 20 aprile a Pineto, valida per il recupero della ventiseiesima giornata rinviata per Covid. Protagonista della giornata è indubbiamente l’attaccante Stefano Spagna, arrivato nel mercato di dicembre dal Montegiorgio calcio, dove aveva siglato tre reti, e con i cinque centri in maglia biancoceleste ‘orange’ arriva così a otto. La terza rete contro il Nereto è stata siglata da Nicolò Clerici, due gol in campionato. Il pirata biancoceleste ‘orange’ è felice per le reti che hanno portato i tre punti alla squadra: "Io sono solo il finalizzatore di un lavoro di squadra bellissimo, stiamo vivendo un periodo negli allenamenti molto molto duro, dovuto anche all’infortunio di Giordano Napolano, quindi dobbiamo rimboccarci le maniche due volte, anche per lui, e non far pesare la sua assenza. Noi dobbiamo fare più punti possibili senza guardare sotto. Ho visto la classifica e siamo praticamente a meno un punto dai play-off, ma a quattro lunghezze dai play-out. Una classifica forse mai vista fino ad oggi. Noi faremo la lotta su noi stessi facendo più punti possibili, e poi quel che sarà sarà". Nel secondo tempo, rispetto al primo è cambiato l’atteggiamento della squadra: "Queste partite non sono mai facili sotto nessun punto di vista, e siamo stati bravi a pazientare. Nel primo tempo loro si muovevano bene , non ci concedevano tanti spazi. Negli spogliatoi abbiamo avuto la scossa giusta per rientrare in campo con il piglio giusto e alla prima occasione l’abbiamo buttata dentro, e questo era fondamentale. Poi è arrivata anche la stanchezza dell’avversario, abbiamo sfruttato subito la prima occasione, e da lì la gara per noi è stata in discesa". A chi dedichi questa doppietta? "A tutti noi, soprattutto al capitano Giordano Napolano, per dirgli che lo aspettiamo presto".

Lara Facchini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?