Bologna, 16 aprile 2018 - Sono rimasta allibita nel vedere la sfilata di politici, da Salvini alla Casellati, alla manifestazione di Verona. Cos’è Porta a Porta? A Vinitaly sono accorsi a frotte, rilasciando sorrisi ad uso televisivo e dispensando dichiarazioni sul governo che non si riesce a fare. Siamo sicuri che si impegnino con la stessa passione anche quando non ci sono le telecamere? 
Stefania Stefanini, Ravenna

Risponde il condirettore del Carlini, Beppe Boni

Una prima risposta è semplice. Col governo che non decolla e con la possibilità di dover tornare alle urne c’è ancora un clima da campagna elettorale, quindi chi fa politica prende al volo ogni occasione per mettersi in vetrina. Ma cogliamo il lato positivo. Una sfilata di politici così affollata ha contribuito a rilanciare in modo massiccio su tv, giornali e siti web la giornata inaugurale della più importante kermesse italiana dedicata al vino. E la scelta per la politica di mettersi in vetrina a Vinitaly conferma il successo di una manifestazione che mette in mostra un comparto economico di grande vitalità. Fatto il brindisi speriamo che i partiti riescano a mettersi d’accordo. Oggi il presidente Mattarella è a Forlì per celebrare il trentennale della morte di Roberto Ruffilli, ucciso dalle Br. Finita la cerimonia suonerà l’ultima campanella per i partiti.
beppe.boni@ilcarlino.net