Bologna, 'Les Gens d Uterpan' tra i protagonisti di Art City 2019
Bologna, 'Les Gens d Uterpan' tra i protagonisti di Art City 2019

Bologna, 22 gennaio 2019 - Interpretare le eccellenze locali attraverso gli sguardi degli artisti. Questo il filo conduttore di Art City Bologna che per l’edizione 2019 si rinnova: affiancando al consueto weekend di musei aperti, la settimana dell’Arte di Bologna un format che prevede 10 giornate interamente dedicate di eventi e novità proposte da Arte Fiera in collaborazione con il Comune. A partire dal 25 gennaio si susseguiranno più di 118 progetti, tra inaugurazioni, performance, incontri e iniziative speciali, che coinvolgeranno 108 luoghi. Tra questi alcune location d’eccezione come la Casa dei Risvegli, la sede della Facoltà di Ingegneria in viale Risorgimento o ancora le Porte cittadine e tante altre realtà solitamente lontane dall’ambito artistico contemporaneo.

Con l’avvio di Arte Fiera dal 1° febbraio inizieranno i tre giorni del weekend della settima edizione di Art City Bologna che quest’anno prevede un progetto speciale e 17 main project. Il primo si svolgerà nel padiglione dell’Esprit Nouveau di fronte alla Fiera, dove 'Les gens d’Uterpan', coppia di coreografi francesi di fama mondiale, coordina un gruppo di performer che si insinueranno negli spazi del Padiglione e tra i visitatori con movimenti imprevedibili e coinvolgenti.

LEGGI ANCHE Art City, gli eventi da non perdere

Le altre proposte di eventi sono accumunate da tre elementi chiave: progetti monografici di artisti affermati e giovani emergenti, proposti da un curatore e ideati in relazione ad uno spazio specifico, tra cui luoghi inediti non accessibili al pubblico per iniziative esposte.

Facilitare l’accessibilità del pubblico agli eventi rimane uno dei punti fermi e fondamentali della settimana dell’arte. Gli orari di apertura di molti musei, collezioni permanenti e gallerie verranno estesi. Mentre, l’ingresso gratuito alle collezioni permanenti, per le sedi dell’Istituzione Bologna Musei, sarà garantito per i possessori di un biglietto Arte Fiera, nel weekend dal 1° al 3 febbraio. Ridotto alla mostra Hokusai Hiroshige. Sabato 2 febbraio si terrà l’Art city White Night con apertura straordinaria di molti musei sino alle 24.

Tra le novità del 2019 spicca però la proposta di Bologna Welcome che ha creato l’Art Week Card, che comprenderà l’ingresso in Fiera, al circuito museale Genus Bononiae e alla Pinacoteca Nazionale; l’accesso alle collezioni permanenti dei musei civici e alle mostre temporanee; la visita guidata di due ore al centro storico, la salita alla Torre degli Asinelli e un accesso esclusivo a Casa Dalla. (https://www.bolognawelcome.com/home/art-week-card/)

Sarà istituito anche un trenino durante la notte bianca, gratuito per i possessori della card, che dalla Fiera porterà le persone in giro per la città nei punti cruciali espositivi. Per orientarsi tra le diverse proposte del 2019, è stato pubblicato un giornale in formato tabloid con mappa, orari e descrizione degli eventi principali, insieme a una guida Promenade Art Week.

MIKA ROTTENBERG AL MAMBO

Il programma di Art City Bologna 2019