Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Art City Bologna 2022: il programma di venerdì

Si avvicina il weekend della kermesse di Comune e Bologna Fiere. Opere d'arte viventi, mostre e installazioni: la città si trasforma

featured image
Il percorso espositivo di Carlos Garaicoa all'oratorio San Filippo Neri

Bologna, 12 maggio 2022 -  Si avvicina il weekend clou della decima edizione Art City 2022, domani al suo terzultimo giorno. Il progetto di alleanza culturale è di nato dalla collaborazione tra Comune di Bologna e BolognaFiere per affiancare con mostre, eventi e iniziative speciali l'annuale svolgimento di Arte Fiera e proporre un'originale esplorazione di musei e luoghi d'arte in città. Il nucleo principale di Art City Bologna è costituito da un Main Program articolato in uno Special Project e in una serie di progetti curatoriali che spaziano tra le più diverse pratiche artistiche contemporanee. Leggi anche  A Palazzo De’ Toschi le creazioni di Italo Zuffi Art City, il programma di venerdì Tino Sehgal venerdì 13 dalle 10 alle 19 | Piazza Maggiore Opera d’arte vivente a cura di Lorenzo Balbi. Tino Sehgal è uno degli artisti più radicali emersi negli ultimi anni. Le sue opere sono vere e proprie sculture viventi, coreografie di persone in movimento che generano situazioni insolite, a volte surreali, con cui il pubblico è invitato a confrontarsi. L’intervento che Sehgal ha ideato appositamente per Piazza Maggiore - da secoli luogo di incontro e scambio, circondata da palazzi medievali e dall’imponente Basilica di San Petronio - vede la partecipazione di 45 ballerini e interpreti, i cui corpi e gesti sono utilizzati come materiale artistico e umano per comporre una grande performance, un’occasione unica per vivere l’arte in termini di esperienza sociale di scambio reciproco. MAIN PROGRAM Andreas Angelidakis, POST-RUIN Bentivoglio fino al 12 giugno 2022 Palazzo Bentivoglio | via del Borgo di San Pietro 1 Mostra personale a cura di Antonio Grulli Palazzo Bentivoglio è lieto di presentare il progetto dell’artista Andreas Angelidakis (Atene, 1968). Al centro di tutto è la grande installazione POST-RUIN Bentivoglio (2020), che attraversa le tre sale dei sotterranei cinquecenteschi dell’edificio. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?