Bologna Children's Book Fair, in città torna la Fiera del libro per ragazzi FotoSchicchi
Bologna Children's Book Fair, in città torna la Fiera del libro per ragazzi FotoSchicchi

Bologna, 1 aprile 2019 - In scena i contenuti per bambini e ragazzi. È sempre questa la sfida annuale della Bologna Children’s Book Fair, la Fiera del libro per ragazzi, arrivata all’edizione numero 56 e che da oggi al 4 aprile fa il suo ritorno come luogo principe internazionale sulle tendenze dell’illustrazione e sull’indirizzo globale della creatività.

Quest’anno sono in fiera 1442 espositori (l’anno scorso erano più o meno 1300) provenienti da 80 Paesi, per un programma che prevede 250 fra conferenze e workshop, dodici mostre e oltre venti premi da assegnare (tra cui il BolognaRagazzi Award con la nuova categoria Toddler dedicata ai libri per bimbi da zero a tre anni e lo Strega Ragazze e Ragazzi arrivato al quarto anno): resta da vedere se il tetto dei 27.642 visitatori dell’anno passato sarà superato o meno.

Ne vedremo di tutti i colori - di Geronimo Stilton
 
L'ospite d’onore per il 2019 è la Svizzera, che pone al centro della kermesse la grande mostra L’ABC della Svizzera, dedicata all’illustrazione di casa che, ricorda Angelika Salvisberg, responsabile della divisione Letteratura e Società della Fondazione culturale Pro Helvetia, «non è solo sinonimo di Heidi o de Il pesciolino arcobaleno», ma si esprime attraverso tanti titoli. 

Un panel di esperti ha selezionato un gruppo di ventisei illustratori elvetici, tra i quali figurano giovani artisti e più affermati autori in rappresentanza di tutte le quattro lingue nazionali. I grandi temi che si declineranno tra i padiglioni, saranno invece parole e colori della cultura afroamericana, audiolibri e digitale, librerie indipendenti, la Cina, il ritorno della scrittura a mano, le donne e le “grandi donne” nei libri per bambini. 
 
In particolare verrà ospitato il debutto di TheKidsWantMobile, la convention di app developer più importante al mondo. È interessante la democrazia stilistica espressa dalla Bologna Children’s Book Fair, in sintonia con il mondo tecnologico che porta all’evoluzione della costruzione letteraria dei giovani e che allo stesso tempo non si dimentica delle radici, della scrittura a mano che parallelamente sta avendo un grande ritorno negli albi illustrati.

Non è Fiera del libro per ragazzi se non c’è la Mostra Illustratori, con 76 artisti di 27 paesi selezionati tra 2901 candidati di 62 paesi, che rappresentano l’occasione di un incontro e confronto tra storie, culture, stili e tradizioni da ogni parte del globo. 

Programma - Le iniziative in città 

Tra le personali che affiancheranno l’esposizione, con il lavoro del russo Igor Oleynikov, vincitore del premio H.C. Anderson lo scorso anno, quello di Vendi Vernic, artista croata e di Masha Titova (il suo mondo è pieno di volpi, farfalle, distinti uomini con cappello, draghi), che ha sviluppato un percorso creativo con Chialab, per creare il look 2019 per la fiera. 

Sarà interessante da visitare, dal punto di vista dell’ambiente, il nuovo Mall tra i padiglioni 29 e 30, vero e proprio hotspot della Fiera, palcoscenico di tante iniziative, dal bookshop alle mostre, agli incontri professionali. 

Sfoglia qui sotto il programma completo: