Roger Waters
Roger Waters

Bologna, 20 aprile 2018 – In attesa degli ormai prossimi ponti del 25 aprile e del 1° maggio, anche nel fine settimana in arrivo non mancheranno certo le occasioni di divertimento, fra le fioriture di arte e gastronomia e il solito ricco calendario di concerti e appuntamenti teatrali.

Oggi, venerdì 20, i primi riflettori ad accendersi saranno quelli dell'Arena del Sole, dove, alle 16, Stefano Massini porterà in scena il suo “Enigma. Niente significa mai una cosa sola”, e dove, alle 20, riempirà la sala “Emone. La traggedia dell'Antigone seconno lo cunto de lo innamorato”, di Antonio Piccolo. Il Teatro Dehon, poi, farà spazio alla commedia di Ilaria Filastri “Una moglie da rubare”, interpretata da Stefano Masciarelli e Patrizia Pellegrino, mentre fra le sale del Museo della Musica risuoneranno le note barocche del concerto diffuso “In itinere: L'amor mi fa cantar”. Le maggiori attrazioni artistiche del weekend, però, saranno senza dubbio i mille eventi legati alla “Live Arts Week 2018”, in un caleidoscopio di mostre, performance e installazioni che fluttuerà tra la casa base dell'Ex Gam, il MAMbo e le migliori gallerie cittadine. I rendez-vous all'insegna della golosità, invece, saranno soprattutto due, con la festa di apertura del ristorante di Zoo, lo “Zoo(m)”, che si affiancherà in serata, in strada Maggiore, alla tradizionale “Food & Beer Fest” di piazza Bracci, a San Lazzaro di Savena. Come promesso, sul far della sera, arriverà poi l'ora della musica live, sulla scia del penultimo appuntamento con “PoVERARTE 2018”, il contenitore che, al Mercato Sonato, farà da sfondo al secondo round del contest poetico “Poverajam”, seguito da un assortimento di dj set, esibizioni dal vivo e buon cibo. Il rock italiano de Gli Avvoltoi, inoltre, troverà casa al Freakout Club e finirà per litigarsi il pubblico con il “Quarantacento Festival” del Covo Club, a cura del collettivo Hmcf, con il “Total Darkness Show” di Tim Hecker, sul palco del Locomotiv Club, e, non ultimo, con il rap di un Mezzosangue già pronto a scuotere l'Estragon. Nella notte dell'open bar di apertura della stagione dello Chalet dei Giardini, infine, lo Studio54 sarà in serata “The Bunker” ed Enrico Crivellaro, in arte Volcov, prenderà in consegna l'Ex Forno del Pane.

Sabato 21, nel secondo dei tre giorni del festival nazionale di educazione alla salute “Borgosalus 2018”, la compagnia Teatro delle Albe porterà il suo “Lus” all'Arena del Sole, mentre il LabOratorio San Filippo Neri procederà con la seconda puntata dell'opera “Semiramide”, di Gioachino Rossini. Le stesse ore, però, saranno quelle del gran finale della “Live Arts Week 2018”, da vivere più che mai a zonzo tra gli spazi espositivi coinvolti e un diluvio di altre proposte che inizia, in Magma Gallery, dalle due personali di Alberonero e Ciredz e, alla Otto Gallery, dai “(Criteri generali per la) messa in sicurezza” di Giovanni Termini. In alternativa, arricchiranno il piatto le fotografie vintage della “Festival! Il cinema si mostra” dello Spazio Immagini, il “Best Art Vinyl Italia” dedicato, al Semm Music Store, alla grafica nell'industria musicale, e il raffinato “Universo Futurista” esposto nella rassegna inaugurale della Fondazione 'Massimo e Sonia Cirulli' di San Lazzaro. Alle visite guidate, invece, penserà come sempre Vitruvio, con le gioie serali del “Trek Beer-Colli gaudenti” a fare concorrenza alle esplorazioni di Salaborsa, Teatro Anatomico e Bagni di Mario, in un pomeriggio da trascorrere, con i bambini, nei divertenti e istruttivi laboratori del MAMbo.



Se si parla di musica, poi, il protagonista assoluto sarà Roger Waters dell'Unipol Arena, ma gli intenditori riempiranno di certo anche il Teatro Duse del duo Musica Nuda e si accalcheranno al Locomotiv Club per ascoltare il nuovo album di Ernia, “Come uccidere un usignolo”. I camaleontici e bolognesissimi Blaus, inoltre, la faranno da padroni al Mercato Sonato, in contemporanea con la grande chiusura, all'Atelier Sì, di “PoVERARTE 2018” e con i rumorosissimi A place to bury strangers, al Freakout Club direttamente da New York. Completeranno il quadro, fino a tardi, il “Dynamo Spring Party” della velostazione e lo “Sphere 2” del Link, targato ancora Hmcf.

Per domenica 22, prima della replica di Waters e senza dimenticare i kolossal espositivi di Palazzo Fava, Palazzo Belloni, MAMbo e Palazzo Albergati, il primo spunto per fare quattro passi lo offrirà Trekking col treno, col suo “Yoga e trekking” nei paraggi di Riola. Le escursioni vitruviane, invece, attraverseranno, in città, San Petronio, Orto Botanico e Montagnola, ma in campagna daranno sfogo ai patiti del rafting e a due nuove versioni del Trek Beer, una mattutina e una serale. Se, poi, lo spettacolo del giorno sarà il “W (prova di resistenza)” portato dal Teatro delle Briciole sotto la cupola del Dom, chi ama l'usato non potrà mancare il “Flip Market” del Tpo e i golosi saranno tutti al Museo del Patrimonio Industriale, dove si parlerà della tradizione del gelato artigianale a Bologna. Le ultime note prima di un nuovo lunedì, infine, le suoneranno The Trouble Notes e i Malclango, gli uni al Mercato Sonato e gli altri al Freakout Club, prima di una nuova “Macondo Sunday”.