Alcune delle opere da marzo a Palazzo Albergati nella mostra ‘Storie d’amore e di guerra’
Alcune delle opere da marzo a Palazzo Albergati nella mostra ‘Storie d’amore e di guerra’

Bologna, 18 maggio 2018 – Fiere, musei, musica, teatro, mille rassegne, che allieteranno fan della tecnologia, amanti della natura e patiti del Sol Levante, oltre a tutti i sostenitori dell'erba proibita. Questi e molti altro saranno, tempo permettendo, i piatti forti del weekend della StraBologna.

A proposito di cibo o, meglio, di buone bevute, aprirà i battenti oggi, venerdì 18, l'edizione 2018 del “Festival dei Birrai Eretici”, pronta a portare al Parco del Dlf birre artigianali, buona musica e cibo da strada. Se, poi, il Teatri di Vita metterà in scena il tris di spettacoli che compongono le sue “ResiDanze di Primavera”, la ribalta del Teatro delle Moline se la prenderà “Muoio come un paese”, la pièce distopica scritta da Dimitris Dimitriadis. Dicevamo, inoltre, delle rassegne per tutti i gusti, come l'ormai nota “Indicasativa Trade” dell'Unipol Arena, dove la canapa, per tre giorni, potrà esprimere tutta la sua millenaria versatilità.

Un posto speciale nel cuore dei bolognesi, però, oltre alla casa di Lucio Dalla dove ci accompagnerà l'associazione Vitruvio, se lo è ormai ritagliato anche “Diverdeinverde”, unica occasione dell'anno solare per visitare parchi e giardini privati altrimenti celati agli occhi d pubblico, mentre una chicca per cultori sarà l'ottava edizione di “NipPop”, il festival tutto giapponese che, fino a domenica, dilagherà per tutta la città a partire dal quartier generale del Teatro del Baraccano.

Prima di buttarsi sulla musica, con un Teatro San Leonardo che, lungo il filo di “AngelicA 2018”, ci accompagnerà tra i suoni di quella che un tempo si chiamava Indocina, meriterà una visita anche lo “Svilupparty” della Cineteca, dove il video è una sola cosa col gioco. La lunga notte di ascolti sonnecchianti della “Serra Sonora”, invece, porterà in dote l'esibizione acustica di J. H. Guraj, mentre al Mikasa inaugurerà la due giorni di sperimentazioni del “No Glucose Festival 2018” e le 72 ore del “Jimi Hendrix Live 7” servirà, allo Zona Roveri, a celebrare il cinquantennale dello storico bolognese dei The Jimi Hendrix Experience, datato 1968.

Altre due interessanti cartucce le spareranno i Laser Geyser al Freakout Club e, al Mercato Sonato, gli zingari musicanti del “Gipsy Trash Party”, prima che la notte, anziché consiglio, si porti dietro la “Disco Madness” dello Studio54 e i set di M.E.S.H. e Dj Python, l'uno nella “Absolut Night” del Teatro Comunale e l'altro al “Pulse” del Dynamo. Chiudono il quadro il party “Godblesscomputers” del Nero Factory, la “Metropolitan Summer” del Cassero e un trasgressivo “Poolparty” targato Decadence, al Red Club.

Sabato 19, come da copione, vivranno un nuovo capitolo tutte le fiere e rassegne del fine settimana, mentre una delle grandi novità sarà una “Notte dei Musei 2018” che promette aperture diurne e notturne (dalle 20 alle 23) delle collezioni pubbliche e che, alla Pinacoteca Nazionale, ospiterà, in serata, “Assaporare l'arte”, l'evento gastroartistico in cui tavola e tavole quasi si sfiorano. Un gradito ritorno, fino a domenica.

Alle gite fuori porta penserà di nuovo Vitruvio, che ha in cantiere le visite guidate ai Bagni di Mario, un nuovo “Trekbeer” fra luppolo e collina e una nuova edizione di “Lucio e Ombre”, il tour dalliano del dopo cena, mentre un gradito ritorno sarà quello di “Uovo Market”, il mercatino di musica e design dello Zoo.

Altri acquisti, quantomai sfiziosi, potremo poi farli al “Mercato Europeo” di piazza XX Settembre, che raccoglie ogni delizia del continente, oppure al “Mercato Ritrovato” di piazzetta Pasolini, o, ancora, alla festa di strada di via Collegio di Spagna. Il “Mercato Sonato”, invece, ormai è sinonimo di musica e, il sabato, del funk di “mercatoVIVO”, in una scena bolognese che, accanto alla seconda notte del “Jimi Hendrix Live 7” dello Zona Roveri, schiererà anche, al Teatro San Leonardo, i virtuosi di Gavin Bryars Italian Ensemble & Ensemble Korymbos.

Un'inaugurazione stagionale, poi, sarà quella, alle Serre dei Giardini Margherita, della “Kw Summer #5”, mentre il Tpo farà da sfondo all'anteprima del messinese “Mish Mash Festival”, al Binario69 suoneranno i 3Tons e i riflettori del Mikasa saranno ancora puntati sul “No Glucose Festival 2018”. Chi, più tardi, vorrà mollare del tutto gli ormeggi potrà farlo al Kindergarten, nella nottata del “TimeShift: Tommy Four Seven”, o magari alla festa “The Bunker” dello Studio54, ma ci sarà da fare le ore piccole anche al “Judgement”del Sottotetto Soundclub.

Domenica 20 sarà il momento dell'invasione dei 19mila della “StraBologna 2018”, con una città intera che farà da cornice ai tre diversi percorsi in programma e il centro storico gioiosamente paralizzato. La giornata, poi, sarà di certo buona per completare il giro di quanto lasciato indietro tra fiere, mercati e festival, oppure, come di consueto, per buttarsi sulle aperture domenicali delle mostre “Giappone. Storie d'amore e guerra”, a Palazzo Albergati, “Meta-Morphosis”, a Palazzo Fava e “Revolutija”, al MAMbo. Il dì di festa, però, è anche quello migliore per visitare la provincia, con i must come la Rocchetta Mattei a giocarsi lo scettro con la quasi sacra “Sagra dell’asparago verde” di Altedo e con il viaggio lungo “La Via Lattea” organizzato da Trekking col Treno, pronto a mostrarci la “milk valley” di Granarolo. Della colonna sonora, infine, si occuperà il concerto di Bob Corn allo Zoo .