Bologna, 12 ottobre 2018 – Suoni, immagini e profumi d'autunno. Arte, musica e cultura del cibo faranno ancora una volta la loro parte in un weekend bolognese traboccante di mostre, eventi e concerti.

Venerdì 12, per cominciare, inaugura l'attesa “Oltre l'onda”, la mostra dei maestri giapponesi del Museo Civico Archeologico che, attraverso 220 disegni e xilografie, ripercorre l'attività di uno dei massimi artisti dell'Ottocento giapponese. Al MAMbo, invece, andrà in scena l'originale “VHS +”, la rassegna che, fino a febbraio, indagherà il rapporto fra centri sociali e nuove tecnologie durante gli anni '90, mentre, sul fronte degli spettacoli, entrerà nel vivo il “Terra di tutti Film Festival”, la kermesse a ingresso gratuito che raccoglie nelle sale di proiezione della Cineteca Lumière oltre 40 proposte di cinema di impegno sociale dai quattro angoli del mondo.

Mentre l'associazione Vitruvio si dedicherà, in notturna, all'esplorazione dei Bagni di Mario, si accenderanno i riflettori, poi, anche all'Arena del Sole, per il “Don Giovanni” di Mozart interpretato da L'Orchestra di Piazza Vittorio e al Teatro Comunale, per il concerto, nell'ambito del progetto “Bologna Modern”, della cantante felsinea Cristina Zavalloni. 

Altre note in cui immergersi, inoltre, saranno quelle del sassofonista partenopeo James Senese, al Locomotiv Club con il suo “Napoli Centrale”, e degli Skatalites, la storica formazione ska che si esibirà all'Estragon, oppure quelle, di derivazione metal, di Deafheaven e Interarma, live al Tpo. Musica dal vivo, ancora, anche sotto il tetto di un Covo Club in attesa della svedese Molly Nilsson e allo Ikigai Club di via Nosadella, dove andranno in scena le sperimentazioni di Chris Libutti, oltre che negli spazi di un Granata, grazie a Benedek, in versione “Nightdrive”. Si ballerà fino a tarda notte, infine, al “Mint Sound Escape” del Freakout Club, guidato da Philip Berg, e al festival “Drum & Bass Bologna #3” del Kindergarten.

LEGGI ANCHE Le sagre da non perdere a ottobre

Sabato 13, mentre al Lumière proseguirà il “Terra di tutti Film Festival” e in piazza Maggiore si ripeterà l'happening di pixel art “In the name of Africa”, l'arte passerà per il Raum, dove prenderà vita, grazie a Tripla, l'installazione “Palaraum”, e dal Mirabilia, per la personale “Soffio di luce” del fotografo Sergio Scabar, ma il grande appuntamento del giorno, accanto al profumato “Italian Cheese Award 2018” di Fico Eataly World, sarà il ritorno delle “Giornate FAI d'autunno”. Si tratta, in questo caso, di 14 perle da scoprire fra Bologna e provincia, tra arte sacra, infrastrutture idrauliche e architetture nobiliari e civili, ma sarà ugualmente ricco anche il programma delle guide vitruviane, divise tra i classici Palazzo Poggi, Bagni di Mario e “Black Trek” tour e le novità della Cripta di San Zama e della passeggiata stregonesca “L'Orto del Diavolo”.

All'Arena del Sole, poi, sarà la volta della replica del “Don Giovanni” mozartiano, mentre il futuristico Mast farà da quinta alla conversazione con il noto fotografo canadese Jeff Wall, in una giornata da concludere, magari, con un assaggio delle carni prelibate delle “Griglie in festa” di piazza della Pace. Per la serata, invece, largo al ritorno a Bologna, al Mercato Sonato, di Tonino Carotone, nella notte di musica e arti visive che porterà al Covo Club un'artista internazionale come la brasiliana Linn da Quebrada e che vedrà il Kindergarten tirato a lucido per l'officina del suono “Werkstatt”, con Anastasia Kristensen e Koehler a occupare la consolle.

Per domenica 14, accanto al “Concerto per cinque pianoforti” con cui la rassegna “Bologna Modern” animerà, in memoria di Daniele Lombardi, piazza Scaravilli, terrà banco la performance “Staring Backwards” di Filippo M. Ceredi, pronta a stupire nel pomeriggio l'intera piazza Maggiore. Se la Cineteca chiuderà, poi, il suo festival cinematografico, a farci viaggiare con i piedi e con il cervello penseranno ancora Vitruvio, impegnata nelle visite a Bagni di Mario, San Petronio e Montagnola, e l'associazione Trekking col treno, che ci accompagnerà nella passeggiata “Transappenninica da Vernio a Castiglione”.

Ultimi consigli per il fine settimana, accanto all'imperversare, sulle nostre colline, delle varie “Tartufeste", oltre che di "Fattorie aperte 2018", sono il “Flip Market” dell'usato, al Tpo, e, all'Ikigai, il concerto da solista di Yog'tze, al secolo Maurizio Cavaliere.

GRIGLIEGC_34311108_114044