25 aprile a Bologna, Pratello R’Esiste
25 aprile a Bologna, Pratello R’Esiste

Bologna, 23 aprile 2019- Giornata di commemorazioni, di riposo e di attività in compagnia, il 25 aprile. Quest’anno l’anniversario della Liberazione cade a cavallo tra le festività pasquali e il 'super ponte' del Primo maggio. Un’occasione ghiotta per trascorrere un po’ di giornate all’aria aperta scoprendo la città e i suoi dintorni.

Bologna come ogni anno propone appuntamenti ufficiali per l’anniversario della Liberazione. Dalla sera precedente, in Piazza Nettuno alle 20 parte la fiaccolata R-Esistiamo per i luoghi della resistenza. E il 25 aprile, invece, alle 20, alle 21 e alle 22, nel cortile di Palazzo d’Accursio sarà possibile vedere la Performance “La caduta del Muro, libertà vs uguaglianza” insieme alle tradizionali celebrazioni della giornata. Anche quest’anno, inoltre, torna Pratello R’Esiste che animerà la città il giorno della Liberazione. Con concerti, banchetti, discussioni, flash mob e proiezioni che si articoleranno sia in via del Pratello che in Piazza san Francesco, San Rocco e altre strade limitrofe.

Da non perdere, però, quest’anno l’appuntamento a Monte Sole che accoglierà degli ospiti d’eccezione. Al cimitero di San Martino, dalle 10.45 avranno luogo le orazioni ufficiali tra cui quella del filosofo Massimo Cacciari. Al centro visite il Poggiolo delle 13.30 momento di concerti che si concluderà con la performance dei “Tre allegri ragazzi morti” con l’intervento del vignettista Vauro. Queste e tante altre saranno le attività che si potranno svolgere nei pressi del Parco storico di Monte Sole, Marzabotto.

Il Casone del Partigiano di Rubizzano, San Pietro in Casale, rimane un simbolo della Memoria partigiana nella pianura bolognese. Qui, nello stesso luogo dove si rifugiarono i partigiani durante la rivolta contro i tedeschi e i fascisti, nel primo pomeriggio del 25 aprile si tiene la biciclettata della Resistenza che ripercorre alcuni dei luoghi simbolo della Resistenza in pianura per giungere al Parco della Memoria dove ci sarà un angolo ristoro con crescentine e bevande.

Nel cinema comunale di Sasso Marconi, sempre alle 21, è possibile vedere lo spettacolo e proiezione del docufilm “Narrazione di una strage” di Matteo Belli e dedicato al “cantiere 2 agosto” , il progetto di narrazione itinerante, realizzato nel 2017, per il 37esimo anniversario della strage di Bologna.

Per chi, invece, avesse voglia di dare il buongiorno alle tiepide giornate di sole, torna la Festa della Primavera a Bubano, nel comune di Mordano. Stand gastronomico con piadine, gnocco fritto, salumi, polenta al ragù al Parco Europa, dove si tiene contemporaneamente anche la Sagra degli aquiloni, con laboratorio per imparare a costruirli. Mentre a Budrio dal 25 al 28 di aprile lascerà spazio al festival internazionale dell’Ocarina, il popolare strumento musicale a fiato di terracotta inventato nel 1853 in quei territori. Da non perdere il concerto il 25 alle 15.30 in piazza Antonio da Budrio, che vede tra i suoi protagonisti un gruppo taiwanese.

A Bologna, inoltre, dal 26 al 29 aprile al Parco della Zucca, tra via Ferrarese e via Saliceto, ritorna il Finger Food Festival: un villaggio di prodotti tipici e igp accompagnati da musica e laboratori per bambini.

A Codrignano, Borgo Tossignano, nel campo sportivo, gli amanti della Birra potranno partecipare alla Festa dla Bera con minestra, stinco, arrosticini, wurstel e piadina con salsiccia. Musica dal vivo tutte le sera. Sempre in tema cibo e degustazioni culinarie al centro sociale Fabbrica di Imola dal 25 al 28 aprile sarà possibile partecipare alla Sagra del Friggione. A San Lazzaro, invece, dal 25 al 28 si terrà il Food and Beer Fest in Piazza Bracci e alle 20.45 di venerdì si potrà assistere al BLUESY BISCUITS, un’immersione nella musica Blues americana e Rock elettrico.

Primavera però è sinonimo di colori e di profumi, e il comune di Castel Del Rio, il 25 di aprile, propone delle 10 la 27a edizione del tradizionale mercato floreale.