Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 gen 2022

Eventi Bologna: cosa fare nel weekend del 28, 29 e 30 gennaio 2022

Spettacoli teatrali e mostre, ma ci sarà anche la musica dal vivo. La Tosca inaugura la stagione del Comunale, Valerio Mastrandrea sarà ospite al Lumiére. La guida giorno per giorno

28 gen 2022
eva saldari
Cosa Fare
featured image
La Tosca apre la stagione del Comunale di Bologna (Andrea Ranzi)
featured image
La Tosca apre la stagione del Comunale di Bologna (Andrea Ranzi)

Bologna, 28 gennaio 2022 - La Tosca inaugura la stagione del teatro Comunale di Bologna: dal 29 gennaio al 6 febbraio andrà in scena un nuovo allestimento del capolavoro di Puccini diretto da Daniel Oren e firmato da Hugo De Ana.

Non solo opera nel weekend che ci attende: gli amanti del jazz sono attesi al Camera Jazz & Music Club. Poi ci saranno i concerti di musica sperimentale e l'opera al Teatro Comunale.

Dopo il Giorno della Memoria 2022, non mancheranno gli eventi commemorativi: mostre, concerti e spettacoli teatrali. Anche questo fine settimana tante proposte, poi, per gli appassionati di arti visive e le rassegne teatrali accontenteranno tutti i gusti: anche quelli dei più piccini. Pensati per loro anche laboratori per imparare e creare nuove cose.

Ecco gli eventi consigliati del weekend bolognese. 

Venerdì 28 gennaio 

Musica

Musica sperimentale a San Colombano

Sapete che cos'è un oud? È un liuto arabo. Lo accompagnano la chitarra elettrica e i clavicembali storici. Si tratta del primo concerto del nuovo ciclo di musica sperimentale a San Colombano, la curatrice Catalina Vicens esplora le possibilità sonore degli strumenti antichi della collezione Tagliavini, con il gruppo Jinn, di due musicisti esperti in musiche improvvisate. Si esibiranno al Museo di San Colombano, in via Parigi 5, alle 21. L'evento è gratuito ed è riservato ad un pubblico fino ai 35 anni. Necessaria la prenotazione online. 

Camera Jazz & Music Club

Proseguono gli appuntamenti di gennaio 2022, per gli amanti del jazz. Venerdì 28 si esibiranno, al Club di vicolo Alemagna, Marco Ferri & Humberto Amésquita Quintet. Il concerto inizia alle 22 ed ha un costo di 12 euro, obbligatoria la prenotazione. 

Spettacoli

I sogni e le lucciole. Visioni del futuro in Primo Levi e Pier Paolo Pasolini

Nell'ambito delle iniziative intorno alla Giornata della Memoria, una selezione di testi tratti da opere di Levi e Pasolini proposti in scena da Valter Malosti e Anna Della Rosa. L'evento sarà presso il Dams Teatro in piazzetta P.P. Pasolini alle 18.30, ma potrà essere seguito anche in streaming. Ingresso gratuito, obbligatoria la prenotazione online. 

Storie in prossimità dei sogni

Spettacolo in lingua originale di e con Luciano Manzalini e Davide Balviso. “Ci sono idee che nascono prima ancora di essere pensate, ai margini dell’incoscienza. Alcune di esse svaniscono nel confronto con l’intelligenza, piccola o grande che sia. Altre, le più forti, paiono nascondersi alla memoria per riformarsi dall’oblio sotto spoglie diverse. Tutto questo significa né più né meno ciò che vuole dire, come le storie e le canzoni che ne derivano…”. Sarà presso il Teatro degli Angeli, via Massa Carrara 3, alle 20.30. Biglietto unico a 12 euro, obbligatoria la prenotazione online.

Mostre

Frida Kahlo. The Experience

Un percorso che indaga tutte le fasi della struggente storia di Frida Kahlo, tra amori, tradimenti e sofferenza fisica. L'energia di una donna che trasforma il dolore in opere d'arte. Un'esperienza imperdibile quella di Palazzo Belloni, via de' Gombruti 13. Gli spazi restano aperti dalle 10 alle 18. Biglietti a 14 euro, con varie opzioni di riduzione. 

I Giusti in Emilia Romagna

In occasione del Giorno della Memoria 2022, il Museo Ebraico di Bologna apre i suoi spazi alla mostra 'I Giusti in Emilia Romagna piccole e grandi storie di Salvatori e Salvati', curata da Vincenza Maugeri e Caterina Quareni e realizzata in collaborazione con Minerva edizioni. I profili dei 76 Giusti tra le Nazioni sul territorio della regione Emilia Romagna – riconosciuti al 1° gennaio 2021 - e le loro storie di straordinario altruismo sono ora illustrate in questa mostra, ricca di documentazione, foto, testimonianze e video originali. La mostra si trova in via Valdonica 1/5, aperta dalle 10 alle 16 (ultimo ingresso 15.15). Biglietti a 7 euro, ridotto a 5. 

La tradizione rinnovata

L'era Meiji (1868-1912) è uno dei periodi più movimentati e artisticamente fruttuosi della storia giapponese. In quei 44 anni infatti il Giappone fu protagonista di una trasformazione radicale. L'eredità di quell'epoca sono opere in tecniche miste tra tradizione e innovazione: come la xilografia ukiyo-e, la pittura a inchiostro su carta e su seta, i libri illustrati, i bronzi, le lacche, le ceramiche, ecc. La mostra intende presentare al pubblico il volto dell'arte di quest'era. Si trova presso il Museo di Palazzo Poggi, Sala di arte orientale, via Zamboni 33. Aperta dalle 10 alle 18, biglietti a 5 euro (3 euro il ridotto).

Labirinto_ Innesti Armonici

"Una giungla di morbidi filamenti sospesi, cascate zampillanti realizzati con materie plastiche e setole di vario spessore all’interno delle quali si irradiano suggestioni luminose e sonore di diversa frequenza". Il labirinto è un archetipo universale e assoluto. Questo singolare percorso invita il pubblico ad un cammino sonoro e sensoriale attraverso il Labirinto di Francesca Pasquali, tra artificio e natura, materia e ambiente, seguendo la musica come filo di Arianna. L'esposizione è gratuita e si trova presso la Torre Unipol, via Larga 8. Obbligatoria la prenotazione online della visita, per stabilire l'orario. 

Bambini

Armando. Lettere (R)esistenti

Questa storia unisce tre generazioni: il figlio Enrico, il padre Mario e il nonno Armando. Ed è vera. Nasce dalle lettere scritte da Mario, appena dodicenne, a suo padre Armando durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1944. Le ritrova Enrico, conservate in una valigia, nel 2017, settantatre anni dopo. Uno spettacolo per bambini e ragazzi dagli 11 ai 13 anni. Sarà presso il Teatro Testoni Ragazzi, via Matteotti 16, alle 21. Biglietto a 8 euro (ridotto a 7 nei giorni festivi). 

Sabato 29 gennaio 

Teatro e musica

Tosca

Il Teatro Comunale di Bologna, largo Respighi 1, inaugura la stagione 2022 con un caposaldo del teatro musicale italiano: Tosca di Giacomo Puccini. Lo spettacolo è firmato per regia, scene e costumi dall’argentino Hugo De Ana, che ha debuttato in Italia proprio al Teatro Comunale nel 1991 con il Mosè di Rossini. La rassegna sarà alle 18. Biglietti dai 30 a 65 euro

Synántisi

"Synánti̱si̱" (dal greco: incontro). Due anime del Sud (calabrese lui, siciliana lei) presentano un pout purry di suoni della tradizione del sud Italia: canti di lavoro, d'amore e ballate. Una festa di colori e sonorità, animata dalla musica di Mico Corapi e Vittoria Agliozzo. Sarà al Teatro Ridotto, via Marco Emilio Lepido 255, alle 21. Biglietto a 10 euro, 8 per i soci Aics. Obbligatoria la prenotazione, scrivendo a teatroridotto@gmail.com o chiamando il numero 3339911554.

Camera Jazz & Music Club

Gli spettacoli Jazz proseguono anche sabato 29, con il Misterioso Quartet “The music of Thelonius Monk and more”. Sempre in vicolo Alemagna, Il concerto inizia alle 22 ed ha un costo di 15  euro, obbligatoria la prenotazione scrivendo a reservations@camerajazzclub.com o sul sito dedicato. 

Spettacoli

Edgardo Mortara, Una cronaca cittadina

Nel 1858, ultimo anno di regno pontificio a Bologna, un ragazzino ebreo viene portato via dalla sua famiglia, perché gira voce che sia stato battezzato qualche anno prima dalla domestica di casa mentre era gravemente malato. La sola notizia del battesimo basta ad innescare un meccanismo militare, sorretto dalla legge pontificia. Una rassegna presentata dal Museo Ebraico, sarà presso l'oratorio San Filippo Neri, via Manzoni 5, alle 20.30. Ingresso gratuito, possibile la prenotazione scrivendo a oratoriosanfilipponeri@mismaonda.eu

Balasso fa Ruzante

Natalino Balasso riscrive l’opera di Angelo Beolco detto il Ruzante e interpreta un nuovo testo teatrale dai toni ora comici e ora drammatici. Uno spettacolo con le sonorità che si ritrovano nei testi tratti dall’opere originali e nei componimenti letterari e teatrali del drammaturgo, attore e scrittore veneto. La rassegna sarà presso il Teatro Arena del Sole, via Indipendenza 44, alle 19. Biglietti a partire da 8,50 euro. 

Valerio Mastandrea al Lumière

Valerio Mastandrea sarà al Cinema Lumière (piazzetta Pasolini), per riprendere le fila della retrospettiva che gli dedica la Cineteca di Bologna. 'L’Omaggio a Valerio Mastandrea' ripercorre le tappe di uno degli attori più rappresentativi del cinema italiano indipendente, capace di spaziare tra i generi del cinema italiano e scommettere sui suoi progetti più interessanti. L'appuntamento è con Non pensarci, diretto nel 1996 da Gianni Zanasi e presentato sabato 29 gennaio, alle ore 17.45 dallo stesso Valerio.

Valerio Mastrandrea nel film "Non pensarci", di Gianni Zanasi
Valerio Mastrandrea nel film "Non pensarci", di Gianni Zanasi

Mostre

Lo sapevi che...?

Dalle 10 alle 13, una mediatrice o un mediatore culturale di 'Mia - Musei Inclusivi e Aperti' accoglierà i visitatori nel focus 'Rivoluzioni di stoffa: un percorso sulla moda del primo Ottocento', per scoprire come abiti e stile cambino nel corso del tempo e come molto spesso storia e politica ne influenzino le linee e le forme. L'esposizione si trova presso il Museo Civico del Risorgimento, piazza Carducci 5. Ingresso a 5 euro (3 euro il ridotto).

Leonardo Cremonini

Le coste della Costa Azzurra e i colori pastello degli anni Sessanta. Questo il simbolo dell'esposizione che celebra Leonardo Cremonini, pittore bolognese scomparso nel 2010: una vita tra la Francia e le coste del Mediterraneo,. Amato da Moravia, Calvino, Eco, Buzzati, e da filosofi come Althusser, che a lui dedicò il suo unico testo sulla pittura; amico di Peggy Guggenheim, Henri Cartier-Bresson, Francis Bacon, Mario Sironi, Gino Severini, Balthus. Solo per citarne alcuni. La mostra si trova al SimonBart Gallery, viale Quirico Filopanti 4, ed è gratuita. Apertura dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. 

Ravone e Dintorni

Rigenerazione, socialità, architettura industriale e arte urbana sono le chiavi di lettura di questa rassegna che si snoda per le vie del quartiere Porto. Passeggiando lungo le vie del "Quadrilatero" si approfondirà la storia del quartiere e la sua evoluzione architettonica nel tempo. L'appuntamento è alle 11 al Dumbo, via Camillo Casarini 19. Necessaria la prenotazione online, biglietti a 12 euro. 

Bambini

Casa

Una casa: un tetto dove ripararsi, un luogo dove mangiare, fare il bagno e dormire; un posto da vivere e in cui condividere esperienze. Uno spazio intimo in cui accogliere “l’altro”. I ruoli dei due personaggi a volte si invertono: ci si improvvisa adulti e si ritorna bambini per emozionarsi e stupirsi tra le fisse geometrie del quotidiano. La rassegna saà al Teatro Testoni Ragazzi, via Matteotti 16, alle 17. Adatto ai bambini e alle bambine da 1 a 5 anni, biglietti a 8 euro (ridotto a 7 nei giorni festivi).

Domenica 30 gennaio

Concerto della Memoria 2022

In occasione delle celebrazioni bolognesi per il Giorno della Memoria 2022 la Fondazione Teatro Comunale di Bologna presenta un concerto dedicato alle musiche di compositori ebrei, tre dei quali (Castelnuovo-Tedesco, Korngold e Weill) sono sfuggiti all’onta della Shoah rifugiandosi negli Stati Uniti. Sarà presso Teatro Auditorium Manzoni Via de’ Monari 1/2, alle 20.30. Evento gratuito, prenotazione obbligatoria. 

Spettacoli

Blu infinito

"L'acqua scorre, danza e fluttua compiendo viaggi meravigliosi. Scopre sentieri nascosti nel magico mondo della natura, per poi fluire nel Blu Infinito dove incontra creature fantastiche, animali acquatici e alghe marine". Uno spettacolo di danza con giochi di luce, specchi, rifrazioni e schermi chimici. Sarà al Teatro Celebrazioni, in via Saragozza 234, alle 18. Biglietti da 22 a 29 euro. 

Angelo Pintus, Non è come sembra

Angelo Pintus torna al Teatro EuropAuditorium di Bologna con il suo nuovo spettacolo, 'Non è come sembra'. Lo spettacolo è al Teatro EuropAuditorium, piazza Costituzione 4. Domenica 30 gennaio lo spettacolo è alle 16. Biglietti dai 15 ai 39 euro. 

Darwin Inconsolabile (Un pezzo per anime in pena)

Maria Grazia si finge morta per ricevere le attenzioni dei suoi tre figli, sempre troppo occupati, troppo distanti e assenti per curarsi di lei. “Darwin Inconsolabile (un pezzo per anime in pena)” è la loro storia. Lo spettacolo è a Teatri di Vita, via Emilia Ponente 485, alle 17. Biglietti a 19 euro (ridotto a 17).

Rikordami

Due fratelli, un uomo e una donna senza nome: lui introspettivo e contenuto negli atteggiamenti, lei più espansiva e con la gioia di vivere. Giocano, ricordando diversi momenti della loro vita passata: di svaghi quotidiani rubati all'infanzia e di un viaggio, di un ultimo viaggio fatto insieme ai propri genitori e a tantissima altra gente appartenente alla loro cultura: il popolo ebraico. La rassegna sarà al Teatro Dehon, via Libia 59, alle 16. Biglietti a 26 euro, ridotto a 22 (più 2 euro di prevendita).

Mostre

Francesco Giuliari - Le cose non stanno che a ricordare

Si trova presso la Fondazione Carisbo, in via Farini 15. Francesco Giuliari si colloca a metà strada tra Caravaggio e un fumetto in technicolor anni Settanta. Le sue opere, come la sua versione di 'Giuditta e Oloferne' o 'la Natività', reinterpretano l'iconografia classica in chiave ironia e moderna. Il suo lavoro non si ferma alla mera pittura: anche le cornici, prodotte da lui, sono parte integrante e fondamentale del quadro. Una piccola pietra o un dettaglio sono la firma di Giuliari sull'opera. L'esposizione è gratuita. Apertura dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso 17.15). 

Il Colosseo

Una lezione del professore emerito di Storia romana, Andrea Giardina, sulla Roma imperiale. Sarà presso il Teatro Arena del Sole, via Indipendenza 44, alle 11. Biglietto unico a 8,50 euro, inviando una mail a biglietteria@arenadelsole.it

La famiglia romana nelle epigrafi del lapidario

Una visita guidata attraverso le scritte di Bononi, dove è  possibile ricostruire quali fossero i rapporti familiari nel mondo romano, vincoli forti, non solo di sangue, che andavano a costituire una comunità aperta e cosmopolita. Sarà presso il Museo Civico Archeologico, via dell'Archiginnasio 2, alle 17.30. Ingresso a 6 euro, 3 euro il ridotto. Prenotazione obbligatoria a musarcheoscuole@comune.bologna.it

Bambini

Bimbòarte. Libri sensibili

Laboratorio per bambini da 4 a 6 anni (con 1 adulto per bambino). Un laboratorio dedicato alle fiabe di ieri e di oggi e ai libri di cui esploreremo tutte le dimensioni e le possibilità espressive. Sarà presso il MAMbo, Museo d'Arte Moderna di Bologna in via Don Minzoni 14, alle 11. L'evento è gratuito ed è necessario prenotarsi scrivendo a mamboedu@comune.bologna.it

Olim in Bononia

Una visita guidata per ragazzi e ragazze da 7 a 11 anni sulla Bononia antica, attraverso scuola, allenamenti e vita familiare. Alla fine del percorso verrà realizzata la bulla, un portafortuna che i cittadini romani portavano al collo fin dalla nascita. Sarà al Museo Civico Archeologico, via dell'Archiginnasio 2, alle 16. Il laboratorio ha un costo di 7 euro a persona. Prenotazione obbligatoria scrivendo a musarcheoscuole@comune.bologna.it

Le Brutte Scienze - Aerei, mongolfiere dirigibili e altri vertiginosi veicoli volanti

Un laboratorio per costruire curiosi oggetti volanti, scoprendo la storia dell'uomo e delle sue creazioni per imparare a volare. Adatto dagli 8 ai 12 anni. Sarà al Museo del Patrimonio Industriale, via della Beverara 123, alle 16. Il costo è di 5 euro a partecipante (gratuito per gli accompagnatori), necessaria la prenotazione scrivendo a museopat@comune.bologna.it 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?