Gianni Morandi recupera le date cancellate al Duse
Gianni Morandi recupera le date cancellate al Duse

Bologna, 15 ottobre 2021 - Non riesce ancora a suonare la chitarra ma per il 19 gennaio promette di essere in forma. Parola di Gianni Morandi. L’eterno ragazzo della canzone ha fatto ieri mattina un rapido saluto dal palco del Duse (dove si presentava la nuova stagione) per dire che i sei concerti bloccati dal Covid della maratona Stasera gioco in casa si faranno. "Sono appena uscito dal fisioterapista – ha raccontato Gianni, alle prese con le cure di recupero dopo le ustioni riportate nell’incidente nel marzo scorso –. E’ lunga ma ce la farò". Le date sono 19, 20, 25, 27 gennaio e 8 e 9 febbraio e i biglietti acquistati a suo tempo restano validi con la stessa assegnazione di posto.

"Non sarà lo stesso spettacolo – racconta Gianni che al Duse ha collezionato pre-pandemia 23 sold out e che ha tenuto l’ultimo concerto il 20 febbraio 2020–. Qualcosa rivedrò nella scaletta: questi due anni mi hanno cambiato, anche a causa dell’infortunio. Comunque, come canto nel brano di Jovanotti L’allegria, un calcio e ripartire... E di allegria ne abbiamo bisogno tutti". Si alza il sipario, dunque, in un clima di euforia e l’assessore regionale alla cultura Felicori, che molto si è battuto per il ripristino dei luoghi di spettacolo, sottolinea l’importanza in campo teatrale di quell’imprenditoria privata a cui la Regione dà sostegno.

Il cartellone del Duse

Il cartellone del Duse, di cui QN-il Resto del Carlino è media partner, mixa nuove produzioni e titoli recuperati dalle programmazioni cancellate dalla pandemia (sono due gli spettacoli annullati, Dna Deproducers e E’ questa la vita che sognavo da bambino? con Luca Argentero). La stagione, che apre il 21 ottobre con Lino Guanciale in Itaca... il viaggio a cui seguirà dal 29 Furore con Massimo Popolizio, è composta da 59 titoli, 14 dei quali nella sezione di prosa. Qui compaiono i grandi nomi della scena italiana: Gabriele Lavia (Le leggi della gravità), Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini (Arsenico e vecchi merletti), Glauco Mauri (Re Lear) Stefano Accorsi (Storia di 1), Eros Pagni (Enrico IV), Sergio Rubini (Ristrutturazione). In questo comparto c’è anche Elio con un omaggio a Enzo Jannacci.

Le feste di Capodanno si celebrano con gli Oblivion e con lo show da loro ideato per brindare ai dieci anni di tournée. Il sorriso intelligente è garantito da Lella Costa (presente con uno spettacolo su Dante e uno sulle donne ‘valorose’), Angela Finocchiaro, Lopez-Solenghi... Poi ci sono i raccontatori: Federico Buffa narra in Amici fragili l’incontro fra Gigi Riva e De André, Marco Travaglio presenta Il Conticidio, Michela Murgia rilegge la figura di Don Giovanni, Corrado Augias quella di Tosca. Chiude a metà giugno Alessandro Baricco con la lettura del suo Novecento.

Molte le chicche sparse nella densa programmazione: Alessandro Haber e Alvia Reale portano Morte di un commesso viaggiatore, Giorgio Pasotti e Mariangela D’Abbraccio Hamlet, Geppy Gleijeses diventa il professor Bellavista (da De Crescenzo) accanto a Marisa Laurito. E ancora bisogna citare Vanessa Incontrada, Emilio Solfrizzi, Antonio Catania con Paola Quattrini...C’è anche un record: Silvia Gallerano torna per la quarta volta con il suo spettacolo cult La Merda.

Non mancano ovviamente i concerti: oltre a quello già noto di Carmen Consoli (24 novembre) si segnala il duo John Scofield-Dave Holland per Bologna jazz, Asaf Avidan, Iosonouncane, Tosca, Gio Evan... Due le compagnie di danza, Russian Classical Ballet con Il lago dei cigni e Circus-Theatre Elysium con un progetto originale su Alice. Confermatissime le collaborazioni con l’Orchestra Senzaspine e Fantateatro.

Biglietteria aperta da oggi alle 15 ma per tutti gli spettacoli recuperati restano validi, come si è detto, i biglietti già acquistati.