I Turbax, trio funk bolognese
I Turbax, trio funk bolognese

Bologna, 26 gennaio 2017 - Prionti? Via. Finalmente è arrivato uno dei più bei fine settimana dell'anno. L'arrivo in città di ArteFiera e della sua ormai mitica Notte bianca, infatti, colorerà Bologna con installazioni creative, mostre innovative e performance mai viste prima, che arricchiranno la già ampia offerta in tema di musica, da ascoltare e da ballare. Per non perdere nessun evento della città, legato a Arte Fiera o SetUp che sia, abbiamo realizzato una guida specifica. Ecco qualche idea per chi vuole andare oltre gli eventi artistici.

Per venerdì 27, però, le prime proposte sono letterarie, con le presentazioni, in Cappella Farnese, del libro “Corpo e anima” di Luigi Manconi, che vedrà intervenire il sindaco Virginio Merola e l'arcivescovo Matteo Maria Zuppi, e, alla libreria Ambasciatori, di “Coraggio!” di Gabriele Romagnoli. Il cinema, poi, sarà celebrato dall'approdo nelle sale italiane dell'attesissimo thriller “Split” di M. Night Shyamalan, dal calendario targato “Art City Cinema” della Cineteca, che vedrà in cartello il documentario “Austerlitz” di Sergei Loznitsa, e dalla rassegna di cinematografia sociale “Viva l'Italia”, curata da Mark Nash e ospitata dal Museo Archeologico. Sul fronte dei concerti, invece, segnaliamo il trio funk bolognese Tubax, live al Dynamo, i Morlocks, capitanati dallo storico Koizumi, sul palco del Freakout Club, e la 12 ore no-stop di sperimentazione sonora “Tau Ceti”, alla gelateria Sogni di Ghiaccio di via Tanari Vecchia. I due appuntamenti notturni da non perdere saranno “La Roboterie” del Cassero e il “We love international” del Kindergarten, con la pugliese Giorgia Angiuli. Spettacoli e mostre legati ad Arte Fiera, infine, la faranno da padroni e animeranno tutti i consueti spazi espositivi cittadini, come il MAMbo, il MAST, Palazzo Re Enzo e l'Autostazione, oltre a farsi strada in tutto il centro storico, da piazza Verdi a Galleria Cavour.

Sabato 28 proseguirà il programma di eventi che celebra la 41esima edizione della più longeva fiera d'arte italiana, dall'Art City White Night all'Artribune Party del Cubo Centro Unipol, affiancato da imperdibili chicche musicali e, vista la festa del giorno seguente, dai soliti party scatenati. Al Covo Club, ad esempio, la giovanissima italo-australiana Carla dal Forno porterà in scena il suo album di debutto da solista, “You know what it's like”, mentre all'Estragon gli Africa Unite System of a Sound incontreranno il gruppo reggae umbro dei Jolebalalla. La Cineteca, invece, prima di trascorrere la notte bianca celebrando l'eclettica Marina Abramović, proietterà il trionfatore delle candidature ai prossimi Academy Awards, “La la land” di Damien Chazelle. Pomeriggio e sera in bilico fra mercato del vinile, aperitivo e consolle, poi, quelli dell'Atelier Sì, in una giornata ribattezzata “Planetario”. Chi farà davvero tardi, inoltre, avrà un'ampia scelta, dallo “Switch Music Recordings & friends” dello Studio 54 al “Night Juice: Godblesscomputers” di Palazzo Re Enzo, guidato da Lorenzo Nada, passando per il “Populous dj set”, di ispirazione dance, della velostazione Dynamo e per Sammy Dee, che porterà al TPO i frutti della sua collaborazione con l'etichetta bolognese Umderdogs.

Domenica 29 sarà, infine, il giorno per fare il punto su quanto possiamo esserci persi di ArteFiera, dopo due giorni così intensi, prima di partecipare, al Dynamo, alla presentazione del progetto “Ciclismo epico”, fra cultura e sport, e al concerto dall'animo punk de Lo Straniero, live all'Elastico fa/Art. Tra le rassegne di punta arrivate in città insieme alla kermesse, infatti, molte dureranno per l'intero week-end, a partire dalla “Fruit Exibition – Art Publishing Fair” di Palazzo Re Enzo, la ricca fiera mercato dell'editoria artistica indipendente. “Il lavoro in movimento” sarà invece il tema delle installazioni e dei video concepiti per il MAST da 14 artisti di spessore internazionale, mentre “Kirakirà - Lo scintillante mondo di Takashi Murakami”, il noto art designer giapponese esporre le proprie creazioni nella boutique Louis Vuitton di Galleria Cavour (guarda le foto dell'inaugurazione).Gli arazzi africani di Abdoulaye Konatè faranno poi viaggiare i visitatori dell'Opificio Golinelli e la Raccolta Lercaro si immergerà nell'estetica filosofica con “Bildung. Arte contemporanea fra esperienza e conoscenza”. Ricordiamo inoltre che in mattinata, al MAMbo, sarà presentato “Hello Stranger”, il libro sulla compagnia Motus. Merita la segnalazione, infine, l'esibizione allo Spazio Binario di Zola Predosa dei Daiana Lou, il duo che fece scalpore ritirandosi da X-Factor.