Bologna, 2 giugno 2018 - I cambiamenti del mondo e dell’umanità visti con gli occhi e la sensibilità di uno degli artisti più dirompenti del Novecento. È dedicata a Francis Bacon la mostra  a Palazzo Belloni dal titolo “Francis Bacon. Mutazioni”. Visitabile fino al 16 settembre, l’allestimento promette di essere uno degli appuntamenti da non perdere nel corso dell’estate felsinea.

Curata da con-fine Art, la selezione raccoglierà circa settanta opere del pittore irlandese, comprese nel periodo che va dal 1977 alla data della sua morte, avvenuta nel 1992. Una raccolta di personaggi multiformi che accompagnerà il pubblico bolognese e non solo lungo un viaggio in cui le emozioni, i sentimenti, i corpi e gli oggetti, diventeranno altro da ciò che comunemente conosciamo, raccontando l’intimità di un uomo che ha lasciato un segno indelebile nel mondo dell’arte.

Ad accompagnare i visitatori, in questa allegoria della mutabilità dell’esistente, saranno inoltre materiali multimediali e contributi interattivi con i quali sarà possibile approfondire l’universo baconiano.