Simona Gavioli e Alice Zannoni di SetUp
Simona Gavioli e Alice Zannoni di SetUp

Bologna, 25 gennaio 2017 - Mancano pochi giorni, oramai, al SetUp Contemporary Art Fair, la fiera d’arte che rivolge l’attenzione alle prospettive artistiche emergenti. Da venerdì pomeriggio l’Autostazione di Bologna ospiterà oltre 60 gallerie espositive tra italiane ed esterne.

Il primo appuntamento è per venerdì alle 17 con “Il percorso verso Matera 2019”, all’incontro saranno presenti, Paolo Verri, Direttore Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Serena Achilli, Direttore artistico Algoritmo festival. Alle 17,30, invece, per i più piccoli inizierà atelier-laboratorio per l’infanzia a cura di Beatrice Calia in collaborazione con santostefanoVENTINOVE. Altro appuntamento imperdibile è l’incontro delle 18 “Il valore della street art tra urban renewal e rimborsi spese” con urban artist, Entik, Stefano Monti, partner Monti&Taft e docente in Management delle Organizzazioni Culturali at Pontificia. Mentre alle 19 da una parte riprenderà il laboratorio per l’infanzia con Beatrice Calia e dall’altra ci sarà l’incontro “Dai luoghi dell’abbandono alla nascita degli hub culturali. Matera, Bagnoli: un confronto tra storie ed identità differenti per la costruzione di politiche pubbliche a sostegno dell’innovazione e delle produzioni culturali” con Paride Leporace, direttore Lucana Film Commission, Francesco Nicodemo, Consigliere Palazzo Chigi esperto di comunicazione e Sergio Ragone, componente CGIAM – CISST.

Alle 20, invece, ci saranno le attesissime premiazioni. Prima verrà assegnato il Premio SetUp per gli under 35 con Diego Bergamaschi, Silvia Evangelisti e con le due direttrici di SetUp Simona Gavioli e Alice Zannoni. Seconda parte dell’evento sarà dedicato al Premio Residenza Casa Falconieri con Gabriella Locci, Presidente Casa Falconieri, Dario Piludo, direttore Casa Falconieri e la direzione di SetUp. Nell’ultima parte della serata verrà assegnato il Premio Alviani ArtSpace per la sezione S.O.S SetUp Open Space, lo spazio dei nove progetti sperimentali, con Lucia Zappacosta, Direttore artistico Alviani ArtSpace e la direzione di SetUp. Alle 21 ritornerà altelier-laboratorio per i bambini e ci sarà l’incontro “Rigenerazione urbana” con Lorenza Baroncelli, assessore alla Rigenerazione urbana della città di Mantova e il giornalista Sergio Ragone. Ultimi appuntamenti della giornata: alle 22 “L’equilibrio nell'arte: dal De Stijl al Gruppo Mana”, parteciperanno Arianna Grava, Art Advisor e la curatrice, Olivia Spatola e alle 23 “Arte e nuove tecnologie in Italia: tra formazione e ricezione” di Domenico Quaranta, Critico d’arte contemporanea, curatore e docente e l’artista Marco Cadioli.

Sabato la giornata incomincerà sempre alle 17 con la presentazione di “ExplorArt Klee: un libro-applicazione per bambini per tuffarsi nei quadri di Paul Klee”, parteciperanno Lara Mezzapelle, co-founder, art & product director, e Debora Albano, co-founder, managing director. Alle 17,30, invece, ci sarà atelier-laboratorio per l’infanzia a cura di Beatrice Calia, mentre dalle 18 alle 19 l’incontro “Arte contemporanea africana: fenomenologia di un successo” con Antonella Pisilli, storica dell’arte, Massimiliano Del Ninno, collezionista, esperto e mercante d’arte contemporanea africana e l’artista Fathi Hassan. Per le 19 sono previsti un altro ciclo del laboratorio di infanzia e l’incontro “Fonoprint presenta: Arte e musica, equilibrio e dialogo fra muse sorelle” con Vittorio Corbisiero, general manager Fonoprint, Carlo Marrale, musicista ed artista, Carmen Alessandrello, musicista e Olivia Spatola, moderatore.

Dalle 20 alle 21, invece, l’Autostazione ospiterà il confronto “Le capitali della cultura, Mantova, Pistoia e Matera 2019” con Mattia Palazzi, sindaco di Mantova, Samuele Bertinelli, sindaco di Pistoia, Raffaello Giulio De Ruggeri, sindaco di Matera e Antimo Cesaro, Sottosegretario ai Beni e delle attività culturali e del turismo, Andrea Cangini, direttore de QN e il Resto del Carlino e Serena Achilli. Alle 21, invece, inizierà un altro laboratorio per l’infanzia e si terrà l’incontro “EQUILIBRIO IN RETE: Chi siamo dietro uno schermo?” con Selvaggia Lucarelli, Alessandra Airò, e Alice Lizza, conduttrice e filmmaker. Gli ultimi appuntamenti della serata saranno alle 22 e alle 23: il primo dibattito, “Opera d’arte o di design? La tutela giuridica del design avente valore artistico”, riguarda il rapporto complicato tra questi due ambiti artistici, all’evento parteciperanno l’architetto-designer-pittore Emilio Nanni e l’avvocatessa Lavinia Savini, esperta nel mercato dell’arte; mentre, il secondo incontro, “Installazioni pubbliche nel tessuto urbano”, avrà come ospite l’architetto Roberto Marcatti.

Domenica, invece, le esposizioni saranno aperte dalle 12 fino alle 22. L’unico appuntamento della giornata è alle 15 per l’assegnazione del Premio Tiziano Campolmi con Andrea Benericetti, presidente associazione Tiziano Campolmi, e con le due direttrici di SetUp Simona Gavioli e Alice Zannoni. Per i più piccoli, però, l’ultimo giorno di SetUp sarà molto intenso: a partire dalle 14,30 fino alle 19 ogni ora e mezza inizieranno i cicli di laboratori e atelier a cura di Beatrice Calia.

A coronare, l’apertura delle tre giornate di SetUp Contemporary Art Fair, anche quest’anno sarà presente la sezione SetUp+, le mostre, gli incontri e i dibattiti che si tengono in città durante la fiera. Dal 21 gennaio è già aperta la mostra alla Galleria B4 “SI VIS PACEM, PARA BELLUM” a cura di Luca Ciancabilla e con i testi di Raffaele Quattrone.
Già aperte sono anche le mostre “Fuck Aliens”a cura di Antonio Storelli in via Portanova 12 (dal lunedì al sabato dalle 16,30 alle 19,30), “Assonanze, rumori di carta”, la mostra collettiva di Sara Bernardi, Renata Giannelli, Alessandra Marolla nel Cortile cafè di via Nazario Sauro 24/b (dalle 18 alle 2); “Lemures” di Roberto Pagnani nella Libreria Esoterica Ibis in via Castiglione 11/b (dalle 10 alle 13; dalle 15,30 alle 19,30 escluso la domenica), “Andrea Moringiu” al Boteco di via San Vitale 17/b, la mostra collettiva “Chaudelune. tredici stasimi per un canto alla luna” in galleria d’arte Fondantico di Tiziana Sassoli in via De’ Pepoli 6 (dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19). Altri appuntamenti già disponibili: “Gisteren Morgen” a cura di Jascha Blume dalle 16 alle 23 all’altro Spazio di via Nazario Sauro 24/f e “Memorie e risveglio” a cura di l’Ortica, Andrea Giordani in via Mascarella 26/b-c.

Da domani, invece, sarà possibile visitare la mostra collettiva “Ciclismo Epico” presso Dynamo – La Velostazione, “Glocal city” di Giuliana Guazzaroni e Luca Tommasini dal Sarto in via Augusto Righi 12/b e “Misplaced”, mostra collettiva di Tellas, Ciredz (apertura straordinaria: 26 gennaio dalle 15 alle 20, venerd' 27 gennaio dalle 11 alle 22; sabato 28 gennaio dalle 11 a mezzanotte; 29 gennaio dalle 11 alle 19) al Magma gallery in via Santo Stefano 164. Altri appuntamenti da non perdere: “The vinil cover”, la mostra personale di Giovanni Volpe in via San Gervasio 6 e/f (Mercato delle erbe), “No title” del collettivo VVVB al locale Ruggine di Vicolo Alemagna 2/c. Alle 18, poi, ci sarà l’inaugurazione del “Primo atto” di Marina Brancaccio. Mentre alle 12 sarà visitabile “L’equilibrio del cucchiaio – Frammenti di una storia” di Adriano Sforzi al Circloino via Belvedere 3. Gli ultimi due appuntamenti sono alle 17,30 per l’inaugurazione “VolteCupoleSoffritti e Tanti Amici” di Giuseppe Porisini al Cowo.Bo di via San Felice 18/b e dalle 18 alle 2 “#Myhappinessis” di Micol Tonetta all’Omnia lab di via Santa Maria Maggiore 22a.

Da venerdì, invece, saranno visitabili “Pa(e)saggi”, mostra collettiva a cura di Gioacchino Montagna presso Fantomars: Atelier Carmen Avilia in via Fondazza 17/b e su appuntamento “1999” i Jacopo Pasqui al Piedaterre Studio, Casa Berò, in via Rolandino 1. Altri quattro appuntamenti sono: alle 21,30 per l’inaugurazione al Campogrande Concept, Palazzo Pepoli Campogrande “Kirkos – Le dimensioni del tempo” di Mauro Milani, dalle 18 a mezzanotte “Stato di quiete" al InNesto, b&b 1° piano in via Irnerio 21 e Bar-atto-lo, la mostra personale del collettivo conFusione (Paolo Toffanin, Andrea Pugiotto, Valerio Mandricardo) al ristorante Il Portico in via Augusto Righi e in Sala Borsa, Auditorium Biagi “Sketch mob. Imagination lab”, l’incontro estemporaneo con artisti, designer e creativi (International conference dalle 10 alle 13; sketch mob dalle 13,30 alle 16).

Per gli amanti dell’architettura, invece, c’è alle 18 l’esposizione allo studio MiroArchitett in via Sant'Apollonia 25 e alle 17 all’ordine degli architetti di Bologna (via Saragozza 175) la premiazione dei progetti selezionati. In più, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19,30 in Maurizio Carpanelli Art Gallery a Corte Isolani 2/f sarà aperta la mostra “Il figurativo e l’astratto si incontrano sul Plexiglas”.

Da sabato, invece, al Crete pièce unique alle 17 c’è “Die werwandlung - indagine a corpo libero” di Monika Gryncko in via San Felice 48° e al Cafè de la Paix in via Collegio di Spagna 5 la mostra collettiva “Progettare fotografie”. Dalle 18 a mezzanotte c’è “La bellezza” a cura di Seven's.bo, Marinella Natali, Veronica Marangoni e Gianni Cascone in Galleria 627d e al RiSalto bottega creativa in via Rialto 137v “La condizione sottile”. Altro appuntamento imperdibile dalle 18 a mezzanotte in via Rialto è al Tatler con “Close” di Julien Cachki. Infine, ci saranno “Tracks” di Jessica Ferro in via Luigi Serra 5 dalle 17 alle 24 e su prenotazione “Tableau Vivant”, di Elena Fregni, a cura di Giulia Sollai presso la Casetta dell’Artista in via Cesare Battisti 9.

Per maggiori informazioni riguardo gli appuntamenti di setup off potete visitare la pagina web di SetUp.