Bologna, il parco del Cavaticcio ospita 'Il sole di Hiroshima'
Bologna, il parco del Cavaticcio ospita 'Il sole di Hiroshima'

Bologna, 2 agosto 2018 – In Giappone vengono accese e fatte galleggiare in acqua per celebrare il culto degli antenati. A Bologna lunedì 6 agosto le lanterne saranno il simbolo di una cerimonia organizzata per commemorare le migliaia di vittime causate dall’esplosione dell’atomica lo stesso giorno del 1945. L’evento, che s’intitola ‘Il sole di Hiroshima’, andrà in scena al Parco del Cavaticcio a partire dalle 18. L’ingresso è libero.

Tra le intenzioni degli organizzatori c’è anche quella di mantenere viva l’attenzione sulle difficoltà conseguenti alla tragedia di Fukushima, dove nel 2011 al terremoto seguirono uno tsunami e l’esplosione della centrale nucleare. Ed è per questo che metà del ricavato della serata sarà devoluto a Watanoha Smile, un’associazione giapponese impegnata nel recupero psicologico dei bimbi della scuola elementare di Watanoha. L’altra metà andrà invece a Eta Beta, una cooperativa sociale onlus di Bologna che assiste persone in situazioni di fragilità e marginalità sociale.

Chiunque potrà contribuire lasciando una piccola donazione volontaria, a fronte della quale riceverà una lanterna galleggiante di carta che potrà personalizzare con disegni, pensieri o preghiere. Al calar della sera, intorno alle 21.30, i partecipanti accenderanno le lanterne e le poseranno nelle acque del laghetto del parco.

Un momento di raccoglimento suggestivo che chiuderà la serata. L’apertura, invece, sarà affidata al laboratorio per bambini (dai 5 ai 12 anni) di Eta Beta. Fino alle 20 i partecipanti potranno creare oggetti e composizioni utilizzando materiali naturali.

Alle 19 avrà inizio la conferenza ‘Colori giapponesi. Dialogo in punta di pennello con Giorgio Amitrano’, uno dei massimi nipponisti italiani, noto per le sue traduzioni delle opere di Murakami Haruki, Yoshimoto Banana e Kawabata Yasunari.

Contemporaneamente verranno distribuite le mille lanterne galleggianti a disposizione. Chi è impossibilitato a partecipare fisicamente alla serata, può comunque farlo a distanza, inviando una donazione online dal sito di Nipponica, il festival di cultura giapponese che organizza l’evento (www.nipponica.it). In questo modo è inoltre possibile lasciare un messaggio da riportare sulla propria lanterna, che nel corso dell’evento sarà accesa insieme con le altre.

Alle 20.30 andrà in scena lo spettacolo ‘Il primo sole (…nel resto buio)’, con il quale Donatella Allegro e Nicola Bortolotti daranno vita a un viaggio nei ricordi dell’ultima estate prima dell’atomica.

Nel corso della serata, grazie alla collaborazione con il ristorante Zushi, si potranno assaggiare le specialità culinarie giapponesi (da prenotare su www.nipponica.it) e degustare alcuni tè preparati da ‘Il Mondo di Eutepia’.