Lego City Booming (FotoSchicchi)
Lego City Booming (FotoSchicchi)

Bologna, 6 dicembre 2018 – Dalla fine annunciata a un nuovo, colorato, inizio. Dovevano essere, questi, gli ultimi giorni per ammirare il gigantesco diorama di mattoncini Lego ideato e prodotto da LAB e posizionato nella ex Chiesa di San Mattia per la mostra “City Booming Bologna”. La buona notizia, invece, è che la fantasia di grandi e piccini, dopo la chiusura di domenica 9 dicembre, potrà riaccendersi dal 21 del mese fino al prossimo 6 gennaio. Vista la pioggia di richieste, infatti, gli organizzatori hanno scelto di riaprire i battenti per tutto il periodo festivo, con il plastico da 60 metri quadrati e oltre 7 milioni di mattoni pronto a solleticare di nuovo l'immaginazione di bolognesi e turisti.

Chi non l'avesse ancora visitata, sappia che la mostra è davvero stupefacente, con le sue 6mila figure che ricostruiscono, assieme a un'infinita varietà di ambientazioni, edifici e mezzi di trasporto in costante movimento, una metropoli nella quale non manca nemmeno una riproduzione delle Due Torri, omaggio di LAB alla città che li sta ospitando e li ospiterà ancora. Fra le strade e i palazzi, illuminati e scrutabili da ogni angolazione, si possono tra l'altro scovare personaggi del cinema e dei fumetti che si mischiano alla gente comune, intenta a viaggiare su treni elettrici, passeggiare e lavorare, tra luna park, campi coltivati e una sorprendente caserma ispirata al film Ghostbusters.

Se questo non bastasse, a completare il quadro penseranno, accanto a Batman, Wonder Woman, Spiderman, Hulk e figuranti tratti dai Simpson o dalle fiabe di Walt Disney, i meccanismi di automazione e illuminazione che, ben visibili, potranno essere studiati a bocca aperta da ogni visitatore. I più attenti, poi, aguzzando la vista si accorgeranno che in questa selva brulicante di umanità in stile Lego ci sono anche star di Hollywood come Sean Connery o Harrison Ford, nei fortunati panni del mitico Indiana Jones.